venerdì 25 novembre 2011

Comunicato Stampa - La delibera bocciata dall'aula Giulio Cesare

COMUNICATO STAMPA DEL
COMITATO PROMOTORE DELIBERA INIZIATIVA POPOLARE SULLE AFFISSIONI

La delibera di iniziativa popolare è stata bocciata: tradita la volontà dei romani.

Con 24 voti contro e 19 a favore, per un pugno di voti, la delibera di iniziativa popolare sottoscritta da 10.000 cittadini è stata respinta ieri sera dall’Assemblea Capitolina.
I Consiglieri che hanno votato contro la delibera si sono assunti agli occhi della cittadinanza tutta una gravissima responsabilità: con il loro voto hanno espresso la volontà dell’amministrazione comunale di perpetrare il disastro che è sotto gli occhi di tutti, di tollerare l’illegalità, di ignorare i rischi per la sicurezza stradale.
Il Consiglio Comunale ha scelto di favorire gli interessi di pochi a danno dell’intera comunità cittadina; ha scelto meschine opportunità politiche invece di tutelare i cittadini; ha dimostrato una assoluta inadeguatezza amministrativa nell’affrontare e risolvere i problemi di Roma.
Ma ha soprattutto tradito, in maniera evidentissima, il mandato di chi li aveva delegati a rappresentare gli interessi dei cittadini.

Per dare modo ai cittadini romani di ricordarsi di chi vuole il bene della città e chi no, questi i nomi dei consiglieri che hanno votato a favore e contro la delibera:
Contro: Aiuti, Angelini, Berruti, Bianconi, Cantiani, Cassone, Ciardi, Cochi, De Luca Pasquale, De Micheli, De Priamo, Di Cosimo, Fioretti, Gramazio, Guidi, Masino, Mennuni, Naccari, Pomarici, Quarzo, Rocca, Todini, Tredicine, Vannini Scatoli.
a favore: Alzetta, Azuni, Belfronte, Cirinnà, De Luca Athos, Marroni, Masini, Nanni, Onorato, Ozzimo, Panecaldo, Pelonzi, Policastro, Smedile, Torre, Valeriani, Vigna, Voltaggio e Zambelli.

E se la dobbiamo dire tutta ci sono stati consiglieri che avevano assicurato il loro voto a favore della delibera e poi hanno votato contro, altri consiglieri che sono usciti dall’aula per non votare ed evitare di assumersi pubblicamente la responsabilità delle loro scelte, altri che non hanno nemmeno partecipato alla seduta del Consiglio, tra i quali spiccano i nomi di Rutelli e Storace.

Al prossimo incidente mortale che vedrà coinvolto un impianto pubblicitario illegale sarà nostra cura assegnare la sua parte di responsabilità a chi ieri ha bocciato la delibera, decidendo quindi di mantenere lo status quo.

Contraddittoria e schizofrenica, oltre che inadeguata, questa amministrazione cittadina: da una parte grida –tardivamente- allo scandalo “mafia dei cartelloni”, sequestra i suoi stessi uffici, dispone improvvisi piani di rimozione, ed il Sindaco interviene con ordinanze d’urgenza suggerite direttamente dal Comitato; dall’altra boccia la delibera proposta dai suoi stessi cittadini con argomentazioni talmente risibili che neppure vale la pena di riferire, per tutelare gli interessi economici di clientele di terz’ordine a danno di tre milioni di cittadini. In altri contesti sarebbero piovute dimissioni e rimozioni dagli incarichi a raffica, se non altro per dignità e carità di patria.

Ora i rappresentati dell’amministrazione capitolina penseranno di essersi disfatti del Comitato Promotore e delle sue iniziative: ci sottovalutano per l’ennesima volta.
Stiamo aprendo la stagione dei ricorsi e delle azioni giudiziarie, in primo luogo con l’impugnativa della delibera che prevede l’istallazione -anche nel centro storico ed in deroga alla normativa vigente- di 700 nuovi impianti pubblicitari per “finanziare” in maniera distorta il bike sharing.
E dettagliati esposti ed azioni sulla mancata tutela della sicurezza stradale, sulle omissioni, sul danno erariale, sulla disattesa salvaguardia dei beni culturali ed ambientali.
E sul Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari, che il Comitato Basta Cartelloni seguirà passo per passo.
Altre inchieste giornalistiche, altri pubblici interventi di personalità di rilievo, saranno portate all’attenzione dei cittadini romani.

IL COMITATO

47 commenti:

  1. Credo il comitato debba dare qualche spiegazione in merito a queste dichiarazioni di Cassone:

    http://www.libero-news.it/news/877354/Roma-Cassone-Pdl-odg-passo-avanti-per-regolamentare-affissioni.html

    "Anche se l'Assemblea capitolina ha dovuto bocciare la proposta di delibera di iniziativa popolare per motivi legati a elementi di illegittimita' contenuti nel documento, abbiamo approvato un ordine del giorno, concordato con i comitati cittadini, che da precisi indirizzi sulle norme per il regime transitorio di applicazione del Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari e contiene disposizioni per il settore affissioni e il contrasto all'abusivismo"

    Cassone vi ha spiegato quali siano questi elementi di illegittimita' visto che in aula non l'ha fatto?
    Avete concordato un odg con l'Amministrazione e quindi collaborato?
    Grazie

    RispondiElimina
  2. Confutiamo l'affermazione dell'on. Cassone: l'assemblea capitolina non ha dovuto bocciare la delibera, bensì ha VOLUTO bocciarla, a meno di non considerare tutti i consiglieri dell'opposizione e l'on. Torre, della maggioranza, degli irresponsabili.
    Sarebbe bene che l'on Cassone e tutti i suoi colleghi di maggioranza evitino di scaricare la propria responsabilità ricorrendo ad un'inesistente "ineluttabilità".

    Riguardo invece all'ordine del giorno menzionato dallo stesso Cassone, esso è stata un'iniziativa della maggioranza su cui è stato chiesto il contributo del Comitato. Non potendo impedire alla maggioranza di procedere in tal senso, il Comitato ha cercato di inserire nell'ordine del giorno quanti più elementi possibile per impegnare la maggioranza nel prossimo futuro.

    MAI IL COMITATO HA INTESO BARATTARE LA DELIBERA D'INIZIATIVA POPOLARE CON L'APPROVAZIONE DELL'ORDINE DEL GIORNO DI CUI SOPRA.

    RispondiElimina
  3. FIATO SUL COLLO!

    Roma non resterà affossata in questa merda.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  4. La delibera che i consiglieri di maggioranza hanno bocciato era stata intitolata a Francesco Fiori.
    Non foss'altro che per questo lorsignori si renderanno presto conto di quale errore hanno commesso.
    Se prima avevamo un forte stimolo a proseguire nella battaglia, ora ne abbiamo 1000 in più per non mollare, moltiplicando gli sforzi.

    RispondiElimina
  5. poveri impavidi, i nostri consiglieri comunali....

    RispondiElimina
  6. Prendo atto e ringrazio della risposta ma credo ieri di aver assistito a qualcosa di diverso rispetto ad "un'iniziativa della maggioranza su cui è stato chiesto il contributo del Comitato".

    "Non potendo impedire alla maggioranza di procedere in tal senso" credo si potesse almeno evitare di far dire a Cassone che è stato "concordato con i comitati cittadini".
    Considerato anche che Cassone va in giro a dire a 10.000 firmatari che la delibera presenta elementi di illegittimita' e il comitato non lo sconfessa in nessun modo.
    Grazie

    RispondiElimina
  7. e che siamo pure responsabili se Cassone dice castronerie? vuoi che gli spariamo???

    RispondiElimina
  8. Due punti che intendono chiarire definitivamente questo tema:

    a. Chiunque fosse stato presente solo alla seduta di ieri del Consiglio Comunale non può, ragionevolmente, rendersi conto del lavoro di pressione e sollecitazione svolto dai componenti del Comitato nelle settimane passate, lavoro diretto a convincere i consiglieri, soprattutto di maggioranza, della bontà del contenuto della delibera e della necessità (anzi dell'opportunità) di approvarla.

    b. Il Comitato non può "... evitare di far dire a Cassone ..." quello che vuole. Se l'on. Cassone ha inteso il suo odg come una contropartita alla delibera d'iniziativa popolare è un suo problema. L'on. Cassone può "andare in giro a dire" quello che crede, prendendosi la responsabilità delle sue parole.
    Nel commento precedente il Comitato ha chiarito, crediamo in maniera sufficientemente chiara, la sua visione dell'odg.

    RispondiElimina
  9. FANTASTICA INIZIATIVA DI NOIROMA OGGI PER UN VERO COORDINAMENTO DI TUTTI I BLOG ROMANI ANTIDEGRADO CONTRO LA MAFIA DEI CARTELLONI.
    E' STATO UN SUCCESSO E LA DIMOSTRAZIONE CHE DALLA NOSTRA ABBIAMO UNO STRUMENTO FORMIDABILE.

    ENTRIAMO IN UNA NUOVA FASE, UTILIZZIAMO LO STESSO COORDINAMENTO PER ASSEMBLARE IL NOSTRO ESRCITO E RENDERLO ANCORA PIU' GRANDE E COMPATTO. E' UN MOMENTO STORICO, UTILIZZIAMO QUESTA NUOVA OPPORTUNITA' PER PESARE SEMPRE DI PIU' E COINVOLGERE QUANTE PIU' SANE E COMBATTIVE REALTA' POSSIBILE. E' SUFFICIENTE INDIRIZZARE I POST A TUTTI I BLOG ANTIDEGRADO CHE VORRANNO COMBATTERE INSIEME QUESTA GUERRA. E, A VEDERE COSA E' SUCCESSO OGGI, NON SONO POCHI.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  10. Ultima cosa e poi chiudo, scusate ancora.
    Cassone può si dire quello che vuole ma se va in giro a dire che io sono un figlio illegittimo quanto meno mi faccio spiegare perchè afferma questo o almeno gli chiedo qualche prova per poi sconfessarlo pubblicamente.
    Forse è il caso di farlo almeno per non far morire questa delibera per dei problemi di illegittimità che non si sa bene ancora cosa significhi.
    Grazie

    RispondiElimina
  11. ma perchè si continua a subordinare la bocciatura della delibera all'approvazione di quell'odg, solo cassone nella sua dichiarazione ha lasciato intendere questo, non è così e l'abbiamo spiegato cos'altro dobbiamo fare inseguire cassone e impedirgli di lasciare dichiarazioni palesemente strumentali?

    RispondiElimina
  12. L'ordine che è passato nel Pdl x far bocciare la delibera, era che questa fosse propria di vizi di illegittimità.
    Ho chiesto quali fossero questi vizi ad un consigliere, e tutti si ricorderanno che un certo signore, preposto agli Uff. tecnici ora sotto sequestro, aveva in passato già dato il parere di illegittimità, con tanto di incazzatura di chi ha partecipato a fare la delibera.
    Quindi la scusa è stata fornita
    anche x quei consiglieri in dubbio, il problema è che la fonte che l'ha dichiarata, e il cui uff. ora è sequestrato, forse a breve riceverà qualche invito di comparizione.
    Stiamo a vedere

    RispondiElimina
  13. svegliadebortoli!25 novembre 2011 18:54

    Perché il Corriere cartaceo non è mai così preciso, imparziale ed autorevole come quello online?

    http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/11_novembre_25/bocciata-delibera-cartelloni-deleo-1902302105326.shtml

    RispondiElimina
  14. MA ANNATEVENE AFFANCULO cornacchie!25 novembre 2011 23:10

    Mc Daemon ma dove vivi?
    Ma quale esercito?
    Ma quale compattezza..suvvia
    Mi sembra che sai leggere bene gli attacchi continui, velenosi, rabbiosi che le solite persone fanno al Comitato da sempre.
    Ma secondo te come mai è nato questo blog?
    Ma ancora non ti è chiaro??
    Sempre le solite storie di primedonne che si azzuffano per apparire più fiche, più brave, più toste..
    Anche nel movimento dei ciclisti..le stesse identiche storie.
    Che pena!

    RispondiElimina
  15. Per quanto difficile e impegnativo, continuerò sempre a chiedere a tutti il massimo sforzo per costituire un fronte compatto contro i NEMICI DI ROMA.E' l'unica via per vincere la guerra.
    Chi lavora per dividere non merita neanche attenzione. IL NEMICO SIEDE IN AULA GIULIO CESARE.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  16. Credo sia lo sfogo x la frustrazione dovuta alla bocciatura della delibera.
    Stop alle polemiche, pensiamo agli obiettivi.
    Nokia1

    RispondiElimina
  17. Noi non ci facciamo dividere caro Mc.
    La guerra continua.

    RispondiElimina
  18. OH SI', LA GUERRA CONTINUA.

    POTETE CREDERCI!
    Se siamo uniti vinciamo.
    Mc Daemon

    RispondiElimina
  19. Siamo più uniti e incazzati di prima.
    Forse gli conveniva approvare la delibera, a questo punto gli scateniamo il mondo addosso !!

    RispondiElimina
  20. ^^^queste sono parole, cazzo!

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  21. Una vergogna senza fine. Se solo una persona, dico una sola mi dice che alle prossime elezioni voterà Alemanno o il suo schieramento o una di queste persone lo indirizzo su questo blog. E gli spiego bene bene come stanno le cose, e cosa c'è dietro.

    E' ora di CAMBIARE, che questa gente vada a casa e che questo bordoni si dimetta, vergogna della città.

    RispondiElimina
  22. pero` sia chiaro mc daemon:
    noi ci mettiamo, cuore, faccia, impegno.
    E tu lo sai bene.
    Qualcun altro solo veleno, diretto a noi invece che ai veri nemici che tu giustamente indichi.
    Sara` ora che questo qualcuno la pianti o no?
    O forse visto che non lo ha capito con le buone lo capira` in Tribunale???

    RispondiElimina
  23. Ma quale tribunale, mandate al tribunale questo inqualificabile bordoni e la cricca sua. E BASTA qualsiasi "collaborazione" o "odg" con questa gente indegna.

    RispondiElimina
  24. Capisco gli sfoghi.
    Ma prego tutti di indirizzare ogni energia contro i VERI NEMICI DI ROMA. Per fare cosa utile alla nostra guerra cerchiamo di superare dissidi interni. LA META COMUNE DI RIPORTARE DECENZA E SICUREZZA A ROMA VALE MOLTO DI PIU'. Me lo avete dimostrato anche voi.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  25. Mc Daemon
    scusa, ma vedo che insisti e allora sarà bene che ASCOLTI, ma davvero.
    Come non essere d'accordo con te in linea di principio?
    Ma se tu , ad esempio nel tuo condominio o posto di lavoro fossi pressochè costantemente pubblicamente diffamato e non, bada bene, legittimamente criticato cosa faresti?
    Quanto accaduto ieri è solo l'ennesimo episodio di un film già visto molte, troppe volte, il titolo "quei venduti del Comitato Promotore".
    E' evidente che in un gruppo ci possono essere pareri discordi e anche discussioni accese ma mettere in dubbio la trasparenza e l'onestà delle persone è un'altra storia e non può essere accettata se hai una dignità.
    Tanto per essere chiari io ero uno dei membri del Comitato che non condivideva assolutamente l'idea di una "collaborazione" con l'Ufficio Affissioni ma questo non mi ha impedito di continuare la battaglia con chi comunque non mi ha ricoperto di insulti in quanto dissenziente.
    Alla fine tutti hanno capito che quello fu un errore, ma sicuramente fatto in buonafede da chi sosteneva quella scelta.
    Non farò riferimento per questioni di riservatezza e di buon gusto agli insulti ricevuti in molte e-mail, inviate in copia anche ad altre persone, solamente per non aver aderito ad una proposta arrivatami da una persona dell'altro blog.
    Questo è il loro concetto di confronto, di discussione, di elaborazione di iniziative comuni:
    Se non sei d'accordo con me, se non fai quello che ti propongo "ti sei bevuto il cervello", "sei un'idiota" e altre piacevolezze che ti risparmio.
    Tu ingoieresti silenziosamente in nome della "causa"? Scusa ma non ci credo.
    Per quanto riguarda il prosieguo della lotta stai davvero tranquillo..vedrai cosa accadrà entro pochi giorni.

    RispondiElimina
  26. Mi pare che state dicendo la stessa e identica cosa: errori compiuti in buona fede. di la Bosi parla esattamente di 'errori compiuti in buona fede', qui si confermano 'errori compiuti in buona fede': mi spiegate anche a me dove sta il problema? si possono fare errori in buona fede ma nessuno deve dirlo?

    RispondiElimina
  27. ah!! adesso che qualcuno vi minaccia di azioni legali cercate di svicolare dicendo che si parlava di errori in buona fede! ma fatemi il piacere....

    RispondiElimina
  28. Sig. Fitzcarraldo cosa ne pensa di questa nuova collaborazione?

    "Riguardo invece all'ordine del giorno menzionato dallo stesso Cassone, esso è stata un'iniziativa della maggioranza su cui è stato chiesto il contributo del Comitato. Non potendo impedire alla maggioranza di procedere in tal senso, il Comitato ha cercato di inserire nell'ordine del giorno quanti più elementi possibile per impegnare la maggioranza nel prossimo futuro."

    RispondiElimina
  29. Sig. Anonimo si legga bene il mio intervento e risponda lei in caso se è ancora possibile "collaborare" con chi, comunque vadano le cose, è sempre pronto a rivoltare la frittata per insultare, pubblicare stralci di corrispondenza privata e attaccare a prescindere.
    Le vorrei chiedere se per caso il mancato voto di Rutelli, le 3 assenze del PD, i comportamenti di alcuni consiglieri di maggioranza che prima attaccano veementemente Bordoni e poi votano contro la delibera siano stati determinati dal Comitato promotore.
    Le vorrei chiedere come mai visto che siamo così inaffidabili (o forse collusi, chissà..)coloro che ci accusano di aver agevolato la bocciatura della delibera non erano presenti in Comune giovedi sera.
    E anche ammesso (e non concesso) che il Comitato promotore abbia sbagliato nel pensare che un'OdG fosse meglio di niente, perchè invece di perdere il vostro tempo prezioso a scatenare una rissa invereconda e continuare a provocare non vi date da fare per apportare concretamente migliorie sostanziali al PRIP, ovvero incontrando uno per uno i consiglieri comunali sottoponendo loro le vostre proposte?
    Ma per quale motivo dovete continuare questa squallida guerra di inutili provocazioni?
    Ognuno per la sua strada.
    Questo sterile e patetico ritornello non porterà certo benefici alla guerra contro i cartellonari.
    Nessuno e sottolineo nessuno di noi si è mai permesso di venire a insultare e sbertucciare sul vostro blog le proposte che fate o le iniziative che promuovete.
    Voi lo avete fatto molto spesso.
    Quasi che i nemici fossimo noi.
    Ecco quello che penso.

    RispondiElimina
  30. Sig. Fitzcarraldo non ha capito la domanda o meglio non mi sono spiegato.
    Lei non era d'accordo con la prima collaborazione del Comitato con l'Amministrazione e lo ha scritto sopra. Io volevo sapere la sua posizione riguardo questa nuova collaborazione alla luce di questa dichiarazione sopra riportata:
    "Riguardo invece all'ordine del giorno menzionato dallo stesso Cassone, esso è stata un'iniziativa della maggioranza su cui è stato chiesto il contributo del Comitato. Non potendo impedire alla maggioranza di procedere in tal senso, il Comitato ha cercato di inserire nell'ordine del giorno quanti più elementi possibile per impegnare la maggioranza nel prossimo futuro."
    Parlavo di collaborazione tra Lei che fa parte del Comitato e l'Amministrazione, niente altro.
    Non trovo questa una provocazione mi interessa La sua posizione in quanto leggo i suoi da svariati anni ormai.

    RispondiElimina
  31. Se davvero è così interessato alla mia posizione mi contatti privatamente e gliela spiegherò.
    Il blog non è uno spazio per condurre conversazioni private.
    Spero solamente che Lei sia persona che abbia avuto esperienze di contatti col mondo politico.
    Sa com'è, fare i duri e puri, gli angeli vendicatori, nascosti dietro uno schermo è esercizio forse appagante per qualcuno non per chi tenta di cambiare qualcosa realmente.

    RispondiElimina
  32. bene, molto bene ... dai vari commenti emergono essenzialmente due posizioni: chi si confronta con la merda, disposto a sporcarsi le mani per cercare di contrastarla, e chi invece è egli stesso una merda, che passa il tempo a pontificare dal web segnalando, in maniera infallibile, chi sono i buoni e chi i cattivi.

    la cosa buona è che basta un po' di buon senso per discernere i due tipi di commentatori

    RispondiElimina
  33. Finitela di provocare il Comitato promotore.
    Avete solo da imparare dal loro impegno civile.
    Io li ringrazio comunque per tutto quello che hanno fatto.
    Eroi della resistenza civica al malaffare romano.

    RispondiElimina
  34. Prima avete usato la mia firma per collaborare con bordoni e paciello, ora l'avete usata per scrivere un ordine del giorno agli amici dei cartellonari del pdl. La cosa che mi fa stare male è che l'avete fatto senza mai chiedermi come la pensavo (avevate la mia mail). Pensavo di avere contribuito a firmare un documento serio, oggi leggo che "non si può fare i duri e puri" e che bisogna stringere la mano a gente come cassone. la mia domanda è come gente come franco quaranta o crea o il gruppo di riprendiamoci roma possa ancora stare in un contesto di questa natura. La mia domanda reale è "COME POSSO TOGLIERVI L'AUTOREVOLEZZA CHE VI HO DATO CON LA MIA FIRMA"? cOME POSSO RITIRARLA?

    Vi conosco tutti e relativamente bene, non metto la mia firma perché dopo le minacce a Alessandro ed all'Architetto Bosi mi fate realmente PAURA.

    RispondiElimina
  35. minacce, amici dei cartellonari, un contesto di questa natura...
    ma che cazzo dici?????
    ma chi ti credi di essere???
    arrogante, presuntoso, falso e ignorante!!!

    RispondiElimina
  36. Sono un firmatario della delibera che ho anche fatto firmare a molti amici. BASTA, BASTA, BASTA collaborazioni con questa gente senza ritegno. Non mi riconosco più in un comitato che acconsente a ridicoli ordini del giorno per poi essere ANCORA UNA VOLTA SMENTITO E PRESO IN GIRO. Ecco, io NON voglio più essere preso in giro.

    È chiaro?

    RispondiElimina
  37. Curioso dialogo tra anonimi che evidentemente devono conoscersi bene.

    All'anonimo delle 22:34, che non dà buona prova di sé riportando nomi e cognomi di altri ma omettendo il proprio, chiariamo che se pensava possibile per il Comitato contattare gli oltre 10mila firmatari della delibera per ogni decisione, gli deve evidentemente mancare qualche rotella.
    Il Comitato è stato sempre aperto alla collaborazione ed alla discussione, segno ne è che ai primi firmatari della delibera si sono aggiunte nel tempo altre persone che sono entrate a pieno titolo nei processi decisionali e nelle azioni operative.
    Naturalmente per i nuovi adepti, come peraltro per i primi firmatari, sono valse le normali regole democratiche vigenti negli organi associativi: si discute, ci si confronta apertamente e poi si decide.
    Al di fuori di tali regole la collaborazione non è ovviamente possibile e qualche caso simile lo abbiamo effettivamente sperimentato.

    Sfidiamo però chiunque a dimostrare di aver chiesto di collaborare con il Comitato, alle regole democratiche suddette, ed ad essere stato rifiutato.

    RispondiElimina
  38. agli ultimi anonimi - forse vi sarà sfuggito, avendo evidentemente i pochi neuroni disponibili tutti impegnati a sparare veleno a vanvera, ma il percorso avviato con la vostra preziosissima firma si è concluso: la delibera è stata bocciata.
    se assegnavate così tanto valore alla firma forse vi dovevate svegliare prima e cercare di sostenerla in tutti i modi possibili.
    ad occhio e croce apparite invece le merde di cui scrivevo sopra, quelle capaci solo di pontificare da una tastiera.

    RispondiElimina
  39. MI STO ROMPENDO IL CAZZO, E SCUSATE L'ESPRESSIONE, MA NON PUO' CONTINUARE A PASSARE IL MESSAGGIO CHE IL COMITATO E' COLLUSO CON I RESPONSABILI DELLA BOCCIATURA DELLA DELIBERA, BASTA!!
    E' STATO SPIEGATO PIU VOLTE QUAL' E' STATO L'ITER DI QUELL'ODG, ANCORA SI INSISTE CON QUESTE ILLAZIONI. CI SI OFFENDE, SI GRIDA ALLO SCANDALO PER ESSERE STATI MINACCIATI E POI SI INSISTE CON LE FALSE ACCUSE, BASTA, COME LO DOBBIAMO DIRE??

    RispondiElimina
  40. QUI QUALCHE PERSONA CON I PROPRI INTERESSUCCI VORREBBE CREARE UN PO CI CONFUSIONE TRA CHI POTREBBE DARGLI FASTIDIO...SVEGLIAAAAAA!...NON DATEGLI ASCOLTO E CONTINUATE LA LOTTA!
    (e' un classico comportamento di chi si sente in pericolo....siatene felici)

    RispondiElimina
  41. Walter Rossi è vivo!27 novembre 2011 12:40

    Continuate la vostra battaglia per favore.
    Non fatevi distrarre dall'incomprensibile fiume di veleno che da sempre scorre dalle pagine dell'altro blog nei vostri confronti.
    Ho notato che in occasione di ogni vostra iniziativa l'intensità degli attacchi pretestuosi e diffamatori è diventata più forte, ma guarda un pò.
    Ma, conoscendo il mondo dei "comitati" da oltre 40 anni posso dirvi che succede quasi sempre la stessa cosa, purtroppo.
    Una stupida, penosa, squallida gara a chi ha la "linea giusta" e un susseguirsi di insulti, sberleffi e anche attacchi personali, come mi sembra stia succedendo anche in questo caso.
    Questo era il male incurabile della sinistra "rivoluzionaria" degli anni 70.
    L'estremismo parolaio incapace però di assumersi responsabilità quando si aprivano spiragli per cambiare le cose davvero.
    Un virus nefasto che evidentemente ancora circola.
    Ad un certo punto nauseati da questo andazzo, di solito, i più convinti, i più onesti si rompono le palle e mandano tutti affanculo.

    RispondiElimina
  42. invece l'estremismo parolaio diventò estremismo armato affossando i tentativi riformisti di Berlinguer e regalando all'Italia prima Craxi e Tangentopoli e poi Berlusconi.
    Meditate Comitati..meditate

    RispondiElimina
  43. Prima di tutto moderate i termini, io non uso vocaboli tipo "merde" et similia. Non so chi siano gli altri anonimi, so solo che io ho firmato e fatto firmare la delibera che ora è MORTA. Come sono morti due giovani che mi auguro da lassù perdonino tutti i responsabili di questo schifo.

    E, come scrivevo: BASTA collaborazioni e e odg con queta gentaglia che siede in Comune. Chiaro? Grazie.

    RispondiElimina
  44. Rilancio l'invito a moderare i toni e le parole. Preferiamo non eliminare i commenti se possibile ma non saranno tollerate ulteriori escalation in volgarità e insulti.

    RispondiElimina
  45. gentile sig. Anonimo delle 17.54
    lei ha ricevuto informazioni distorte.
    Perchè continua ad errare parlando di collaborazioni? Ma quando mai.
    Abbiamo cercato di persuadere ogni consigliere a votare a favore della Delibera con un impegno spasmodico e idee molto chiare, questo a casa mia non si chiama collaborazione ma impegno.
    Per cui mi auguro che anche a Lei non sembri segno di chissà quale collusione o svendita del movimento vedere qualcuno del Comitato stringere la mano per educazione a qualcuna di queste persone.
    La Delibera è stata bocciata perchè a parte la lodevolissima eccezione del Gen. Torre tutto il PDL, compreso il Prof. Aiuti che poco prima inveiva veementemente contro l'assessore Bordoni, si è schierato compatto, nel momento del voto, a difesa dell'impresentabile assessore Bordoni,accolto da un boato di scherno e sconfessato poche ore prima dal sindaco con l'ordinanza che (molto in teoria in verità) blocca le collocazioni di impianti pubblicitari sul territorio urbano. Questa è la bassa politica romana, purtroppo.
    La Delibera è stata bocciata anche a causa delle 3 assenze nelle file del PD e del mancato voto di Rutelli, che era presente.
    Che in Comune sieda gentaglia, diretta rappresentante del Comitato d'Affari che si arricchisce anche con la ben nota economia del degrado, mi trova pienamente d'accordo.
    Ma purtroppo sono loro ad avere il potere e per questo motivo in ogni caso si deve interloquire con loro.
    Anche se fa un pò schifo, non lo nascondo.
    Ma si tranquillizzi,abbiamo perso una battaglia ma non la guerra.
    Se ne accorgerà presto.

    RispondiElimina
  46. ORMAI E' GUERRA TOTALE ALLA CRICCA MAFIOSA DEI CARTELLONARI E AI COMPAGNUCCI DI MERENDE IN CONSIGLIO COMUNALE, BORDONI-SCIACALLO IN PRIMIS.

    RispondiElimina
  47. Roma governata da gente come Tredicine! VERGOGNA!

    RispondiElimina