giovedì 12 gennaio 2012

Riceviamo e pubblichiamo - Un altro Municipio che non subisce inerme


                                                   









       Alla cortese attenzione
                                    del dott.Silvano De Luca
fax 06/67104043


Come da accordi telefonici Le invio l’elenco di alcune strade del Municipio dove, in completo spregio all’ordinanza del sindaco Alemanno,  nelle ultime settimane sono stati posizionati impianti pubblicitari abusivi o irregolari.
 Questo diffuso malcostume rappresenta una macchia nella reputazione e nel decoro di una città la cui storia merita ben altro rispetto. I cartelloni pubblicitari invece si presentano spesso come delle offese al decoro pubblico, si configurano come vere e proprie barriere architettoniche, soprattutto sui marciapiedi, e nel peggiore dei casi si configurano come pericoli reali alla circolazione stradale.
Non essendo tutto ciò più tollerabile, confido in un rapido intervento di rimozione degli impianti non autorizzati presenti lungo le strade sotto citate:

via boccea nel tratto da piazza irnerio a largo boccea;
piazza irnerio;
via baldo degli ubaldi;
largo boccea;
via valcannuta;
 via luca passi;
via gregorio XI nel tratto da via boccea a via aurelia;

Cordiali saluti
Daniele Giannini
Presidente Municipio18
Roma Aurelio



Ottimo il Presidente Giannini. Ce ne fossero ...

4 commenti:

  1. COMINCIASSERO A SVEGLIARSI UN PO' TUTTI GLI INTERLOCUTORI ISTITUZIONALI PRIMA DI PIANGERE PER IL PROSSIMO MORTO!

    RispondiElimina
  2. Dal CORRIERE ROMA :

    Cartelloni abusivi, ecco le tangenti
    Irregolarità diffuse, sospetti di mazzette. Autorizzazioni «fuorilegge» grazie a documenti falsi. Coinvolto un dirigente dell'ufficio Affissioni del Comune

    Il PM ALBERTO PIOLETTI STA FINALMENTE INDAGANDO!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Legione Monteverde12 gennaio 2012 13:00

    http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_gennaio_12/cartelloni-abusivi-tangenti-di-gianvito-1902829153428.shtml

    RispondiElimina
  4. finalmente questi minisindaci si stanno svegliano, era ora!

    RispondiElimina