mercoledì 11 gennaio 2012

Nessun dorma!

L'anno si è concluso senza che il taumaturgico, almeno stando alle reiterate parole dell'assessore Bordoni, Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari (PRIP) sia neanche stato presentato in Consiglio Comunale.
Domani si terrà la prima seduta del 2012 del Consiglio e del PRIP non si vede traccia nell'ordine dei lavori.

Tanto per chiarire che noi non molliamo la presa, almeno fino a quando non si sarà avviata una ragionevole soluzione al problema della cartellonistica pubblicitaria a Roma, iniziamo l'anno con una bella iniziativa di piazza a cui invitiamo a partecipare tutti coloro che si riconoscono nel nostro slogan: Basta Cartelloni!

Questa volta cercheremo di dare un tocco creativo all'iniziativa, perché non vogliamo lasciare nulla di intentato per far capire al Sindaco, ai Consiglieri comunali e alla città tutta (non all'assessore Bordoni, per lui abbiamo già chiesto a gran voce le dimissioni) che è ora di finirla con lo scempio cartellonaro.

L'iniziativa è organizzata insieme alla Fondazione Luigi Guccione- ONLUS, che si sta dimostrando particolarmente interessata ed attiva a sollevare il problema di sicurezza stradale collegato ai cartelloni, ed a Cittadinanzattiva Lazio, che fin dall'inizio ci ha supportato in tutte le nostre iniziative.


L'appuntamento per tutti è  
sabato 14 gennaio in Piazza Cola di Rienzo alle ore 11.00
(non potrete non vederci)

Niente scuse, NON MANCATE!

7 commenti:

  1. Ho già sparso la voce!
    cartellonari: ALEA IACTA EST!

    RispondiElimina
  2. Aux armes, citoyens!
    Formez vos bataillons!
    Marchons! Marchons!
    Qu'un sang impur
    Abreuve nos sillons!

    A la guerre comme à la guerre!

    RispondiElimina
  3. Bisogna andare: che la protesta si sparga ovunque, dal web alle piazze, alle strade, sui giornali, negli uffici del Comune, per cacciare questi topi di fogna che con assurda arroganza provano trsformare la città in una terra di nessuno, senza leggi, piena di abusi e violenza, ma noi ci opponiamo a tutto ciò.

    LIBERIAMO LA CITTà DAI CAMORRISTI, SFRUTTATORI E PAPPONI !
    MAFIE E CORRUZIONI DIETRO I CARTELLONI

    RispondiElimina
  4. benissimo, avanti così!!

    RispondiElimina
  5. Antonio Privitera12 gennaio 2012 13:39

    Ragazzi, il mio consiglio è di utilizzare Facebook per le "chiamate alle armi" altrimenti si rischia che l'appuntamento non venga proprio letto. Basta creare un gruppo Facebook (non una pagina perché per una limitazione idiota non si possono mandare inviti ai fan) e da lì un eventoa cui invitare tutti gli iscritti al gruppo.
    Se volete potete usare questo che avevo creato apposta, e che oggi è limitato ai miei amici/conoscenti:
    https://www.facebook.com/#!/groups/241568419241303/
    Fatemi sapere, se lo usate ve ne lascio volentieri la gestione.

    RispondiElimina
  6. Grazie Antonio. Il gruppo già esiste:
    http://www.facebook.com/groups/260380213995434/
    Ho appena creato un evento per la manifestazione.

    RispondiElimina
  7. Antonio Privitera12 gennaio 2012 14:53

    Bene! VI consiglio di pubblicizzarlo sulla colonna di destra insieme oltre alla vostra pagina Facebook.
    Comunque vedo che siamo caduti tutti nella trappola di Zuckerberg. E' proprio assurdo che non si possano inviare inviti ai fan della pagina. Speriamo che prima o poi ci sentano da quell'orecchio...

    RispondiElimina