mercoledì 22 giugno 2011

Ragazzi, che botta...!!!!




L’avevamo detto, documentato, denunciato: è vietato installare impianti pubblicitari su spartitraffico di misura inferiore ai 4 metri e comunque a meno di 1,80 mt dalle carreggiate.
Via Anastasio II, Via Leone XIII, Via Ottavio Gasparri fino alla Circ.ne Gianicolense (le strade di grande scorrimento che comunemente vengono chiamate “l’Olimpica” di Villa Pamphili), hanno due carreggiate contigue divise da uno spartitraffico di neanche tre metri costellato da impianti pubblicitari, tutti in violazione  al Codice della Strada ed al suo Decreto Attuativo.
Ieri notte, alle 3:30 circa, è successo il patatrak in Via Ottavio Gasparri… uno di questi cartelloni, un bel 4 x 3 della S.C.I., è stato travolto da una potente Audi che ha invaso lo spartitraffico. Le foto, inviateci da un nostro lettore, dimostrano che l’impatto è stato violentissimo, a giudicare dai danni riportati dal cartellone e dal suo basamento di cemento che è stato letteralmente divelto, facendo cadere un palo e parte della struttura sulla carreggiata contigua a quella dell’incidente e rischiando seriamente di coinvolgere altri veicoli che provenivano in senso contrario. Per fortuna, vista l’ora tarda, questo non è successo. Chi ha avuto la peggio è stata invece l’Audi ed il cartellone.
Da indiscrezioni ricevute sembrerebbe che tutti i cartelloni su quegli spartitraffico siano stati già sanzionati dal 16° Gruppo di Polizia Municipale, ma stanno ancora tutti lì e continuano a far fare soldi ai cartellonari (forse la pratica è ferma all’8° dipartimento o al GSSU ?),  e a rappresentare un ulteriore  pericolo per i conducenti di auto e moto che in quel tratto di strada non lesinano certo qualche kilometro in più di velocità. E non ci si dica che anche gli alberi sono un pericolo: vogliamo segarli?
Almeno quelli non fanno arricchire illecitamente nessuno finchè stanno in piedi…

23 commenti:

  1. Resistenza Attiva22 giugno 2011 09:03

    Noto che sulla targhetta manca la dicitura "su spartitraffico".
    Comunque sono sicuro che anche se ci fosse stata, la cosa non avrebbe insospettito nessuno all'Ufficio Affissioni e l'avrebbero regolarmente concessa.

    RispondiElimina
  2. Qualche esperto di diritto penale dovrebbe studiare il caso.
    La sicurezza delle persone e del traffico, in un paese normale, dovrebbe venire prima degli interessi pelosi di imprenditori d'accatto che pur di guadagnare mettono a rischio QUOTIDIANAMENTE,nell'indifferenza delle cosiddette "istituzioni", la vita dei cittadini.
    Sarebbe importante conoscere le condizioni del conducente e il Comune dovrebbe costituirsi parte civile in un processo..CONTRO SE' STESSO per non aver impedito questo schifo che prima o poi causerà della vittime.
    Provate ad immaginare se fosse accaduto di giorno..
    NON MOLLIAMO!!
    LOTTIAMO PER IL RIPRISTINO DELLA LEGALITA'!!
    SCONFIGGIAMO I CARTELLONARI CHE HANNO TRASFIGURATO LA CITTA'!!

    RispondiElimina
  3. CHI SARA' IL PROSSIMO ?

    INCROCIAMO LE DITA E SPERIAMO CHE SIA QUALCHE RESPONSBILE DELL'IMMENSO SCEMPIO TUTTORA IN CORSO A ROMA CON LA SPONSORIZZAZIONE DELL' AMM.NE COMUNALE.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  4. La più devastante maledizione cada senza pietà sul responsabile amministrativo e sodali che autorizzano tutto questo schifo.

    RispondiElimina
  5. MA A STI GRAN FII DE NA MIGNOTTA NON JE NE FREGA UN CAZZO! VIA GLI ZOZZI CARTELLONARI DA ROMA!

    RispondiElimina
  6. Tutti i cartelloni sulla Via Olimpica VIOLANO perfino il regolamento comunale (del. 37/2009) che prevede le deroghe al Codice della Strada MA con i limiti indicati nel post.
    In realtà il codice della strada o meglio l'art.51, commi 3 e 4, del Regolamento di attuazione ed esecuzione dello stesso (DPR 495 del 16/12/1992) prevede il DIVIETO ASSOLUTO di installazione di cartelloni sulle "pertinenze d'esercizio" delle strade tra cui, quindi, gli spartitraffico.
    Forse quando moriranno un pò di automobilisti a Piazzale Clodio finalmente si sveglieranno dal letargo.

    RispondiElimina
  7. da quello che si vede andando in giro almeno il 60% dei cartelloni sono posizionati in violazione del CdS è una situazione difficile da recuperare, mi viene in mente la mondezza di Napoli, neanche con l'esercito si è risolto il problema che porta una sola firma che è quella della politica, finchè a comandare ci saranno questi corrotti possiamo tranquillamente soffocare sotto tonnellate di mondezza e cartelloni

    RispondiElimina
  8. Bordoni, in caso di incidenti con vittime la tua inadempienza si chiamerebbe OMICIDIO COLPOSO, lo sai sì?

    Per quanto riguarda le strade con spartitraffico, basta andare sulla Via Olimpica nel tratto dalla Salaria a Corso Francia per vedere come le regole siano sistematicamente violate e calpestate con la compiacenza dell'Assessorato al Commercio, e nel silenzio complice del Sindaco di Roma.
    Vergogna.

    RispondiElimina
  9. Quello di via Gasparri è solo l'ultimo di una serie di incidenti in cui i cartelloni sono protagonisti e potenziali assassini. In Campidoglio si domandano perchè nelle altre città italiane ed europee sugli spartitraffico delle strade di scorrimento NON C'E' NESSUN CARTELLONE? Andate a Milano e cercate un impianto sugli spartitraffico, non ne troverete! Sono scemi a Milano, lo fanno per spirito sadico nei confronti degli 'indifesi cartellonari' o sono criminali all'Ufficio Affissioni di Roma??

    Filippo

    RispondiElimina
  10. L'amministrazione è collusa con la mala.
    A Roma come a Napoli, dove il Comune è stato abbandonato dalla provincia, dalla regione e dallo Stato centrale, non riescono a togliere la spazzatura.
    A Roma stanno pagando il conto a chi ha permesso loro di occupare quelle poltrone, è fin troppo facile.
    Le lobby che hanno garantito i voti pretendono il loro giusto dazio, e questi vermi di amministratori, che venderebbero pure la madre pur di arrivare alla poltrona, non si fanno certo scrupoli a riversare tonnellate di merda sulla città e i suoi cittadini.

    MAFIE E CORRUZIONI DIETRO I CARTELLONI

    RispondiElimina
  11. E c'avevano messo pure le plance elettorali, quelle tubolari gialle, su quello striminzito spartitraffico centrale...ci sono ancora?

    Comunque: VERGOGNA.

    RispondiElimina
  12. TUTTI GIU' PER TERRA....

    RispondiElimina
  13. Legio XI Pia Fidelis22 giugno 2011 17:03

    La pratica è sicuramente insabbiata all'8° dipartimento...
    Il pesce puzza dalla testa!

    RispondiElimina
  14. Spero che il conducente del mezzo che ha avuto l'incidente non si sia fatto troppo male e faccia subito una denuncia contro la SCI e contro il Comune.
    Comitato: con tutte queste segnalazioni che cadono nel vuoto più rumoroso e senza che alcuna rimozione venga effettuata, non si configura forse per il Comune il reato di omissione d'atti d'ufficio?

    RispondiElimina
  15. Eh già, il materiale si sta accumulando ed un bel giorno (non lontano) ce ne sarà a sufficienza per sollevare l'omissione d'atti d'ufficio o qualche fattispecie simile.

    RispondiElimina
  16. IL PROPRIETARIO DELLA MACCHINA PUO' RICHIEDERE I DANNI MECCANICI E FISICI AL COMUNE DI ROMA E AL MUNICIPIO SIA ALLA SOCIETA' PROPRIETARIA DEL CARTELLONE PER L'EVIDENTE ABUSO AL CODICE DELLA STRADA, ESSENDO STATA REITERATA PIU' VOLTE DENUNCIA CONSIGLIO AL PROPRIETARIO DEL VEICOLO DI DENUNCIARE ANCHE I RESPONSABILI PER LESIONI COLPOSE PRESSO LA PROCURA DELLA REPUBBLICA.

    RispondiElimina
  17. Finchè al consiglio comunale siedono ex picchiatori, di destra e sinistra, estremisti, rappresentanti di lobby pseudo mafiose
    (Tredicine risulta il consigliere che ha il più alto numero di interrogazioni in Campidoglio ) dove vogliamo andare, cosa si vuole cambiare ?

    MAFIE E CORRUZIONI DIETRO I CARTELLONI

    RispondiElimina
  18. Legio Aurelia Invicta24 giugno 2011 14:43

    Avvocato
    abbiamo bisogno di un consulente legale per questa guerra al malaffare IMPUNITO.
    LA STAMPA TACE..ovviamente si sarebbe scatenata se i ragazzi che erano nell'Audi fossero morti.
    Come per il Parco del Pineto, mai come in questi giorni attenzionato da politici,televisioni e giornali SOLO DOPO che una sfortunata ragazza è stata violentata da una gang di delinquenti.
    I cittadini da mesi e MESI TELEFONAVANO, SCRIVEVANO, SUPPLICAVANO QUALCUNO DI INTERVENIRE per lo spaventoso degrado, provocato da centinaia di sbandati e ubriaconi molesti, che sta seppellendo sotto una coltre di immondizia il Parco.
    NIENTE..IL MURO DI GOMMA.
    Adesso tutti a stracciarsi le vesti.
    RIVOLTA CIVILE CONTRO LA CASTA!!!

    RispondiElimina
  19. http://roma.repubblica.it/commenti/?idarticolo=reproma_2604127&idmessaggio=2449532

    VOTATE E COMMENTATE COLORITAMENTE TUTTI!!
    Una sintesi superficiale del post è presente OGGI nelle lettere a Repubblica in Cronaca di Roma (cartaceo)

    RispondiElimina
  20. Salve a tutti, sono il proprietario dell'audi. Invito qualche avvocato interessato all'avvenuto a contattarmi all'indirizzo palesemente anonimo audi4ever99@gmail.com

    Saluti

    RispondiElimina
  21. al proprietario dell'audi29 giugno 2011 15:37

    il cartellone li magari era fuorilegge, ma te fuori strada ci andavi lo stesso, adesso che vuoi farti ripagare il danno da chi. magari correvi o avevi bevuto, boh, però sei uscito di strada non per il cartellone

    RispondiElimina
  22. Ma veramente io non ho chiesto nulla anzi, volevo solo informarmi di fatti ho anche precisato nell'altro post che prima di leggere questo sito non sapevo neanche fosse illegale. Secondo poi se leggi la dinamica capisci che non sono andato fuori strada senza motivo (o prendevo il tir e facevo male ad altri o prendevo tutte le macchine sulla destra o come ho fatto ho limitato i danni pari a zero se non per la mia macchina buttandomi sullo spartitraffico... Se ero ubriaco non avrei avuto la lucidità di sterzare e sarei morto oltre a tutti i danni materiali). In ogni caso se non c'era il cartellone FUORI LEGGE E GIA' SANZIONATO non avrei distrutto la macchina ma avrei invaso la corsia opposta dove non passava nessuno fortunatamente perche in quel caso solo di fortuna si tratta. Prima di commentare a buffo informiamoci :)
    Saluti

    RispondiElimina
  23. ne prendo atto, scusa, avevo capito male la cosa.

    RispondiElimina