martedì 12 giugno 2012

Per chi sostiene che le installazioni a Roma non sono riprese! E queste che sono?

Dal lettore Manusardi riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Buongiorno, vi allego le foto di uno dei cartelloni che la ditta aveva ancora da montare dopo aver fatto il 'lavoretto' di via Duccio di Buoninsegna (il lettore si riferisce a questa denuncia). Infatti gli impianti da piazzare ancora sul camion erano almeno altri due o tre.
Siamo all'inizio di via del Tintoretto, dalla parte della Laurentina, in piena area di incontro tra la via del Tintoretto e la rampa proveniente dalla Laurentina.

L'impianto non ha ancora la pubblicità ma ecco lo scheletro

La targhetta Nbd che il 'vero' sindaco Bordoni rilascia grazie al pagamento del Cip

Cemento fresco, il cartellone è stato piantato da meno di 24 ore

Il nuovo impianto è in bella compagnia: l'altro cartellone era comparso ad agosto 2011

9 commenti:

  1. Madama Lucrezia12 giugno 2012 14:07

    Da paciello a saccotelli
    a migliara li cartelli
    er CIP hanno pagato
    er paesaggio va massacrato.
    Se er romano mò s'encazza
    e spacca tutto co na mazza
    dite npò illustre gente..
    chi è er vero delinquente?

    RispondiElimina
  2. bellissima!!!!! MANUSARDI

    RispondiElimina
  3. Stupendo sonetto quello di madama lucrezia. Sarebbe da incorniciare e mettere in homepage perenne.

    Questa è la situazione a Roma, uno schifo senza fine.

    RispondiElimina
  4. Comunque c'è ancora spazio tra i due cartelloni...è solo questione di qualche ora!

    Roma è stata completamente devastata in ogni angolo dall'istallazione di cartelli e cartelloni di ofgni tipo. Non cè più un quartiere storico, una prospettiva, un ambito urbanistico che non siano stati massacrati dall'attività dei cartellonari, protetti dall'amministrazione bordoni-alemanno. Il danno che è stato inferto a Roma è incommensurabile e si aggrava di giorno in giorno.ORA E' GIUSTO CHE I RESPONSABILI POLITICI DI QUESTO DISASTRO (come si fa a quantificare il danno causato al "Patrimonio Roma", a quello che Roma rappresenta nella Storia ?)PAGHINO IN SEDE CIVILE E PENALE.

    RispondiElimina
  5. Faccio notare che la struttura dello scheletro appena installato è la medesima di un altro impianto, ricollocazione di uno vecchio e già rimosso, a Piazza della Radio.

    http://www.bastacartelloni.it/2012/04/un-impianto-di-onoranze-funebri-duro.html

    RispondiElimina
  6. Bello e significativo il sonetto.
    Varrebbe la pena affiggerlo su ognuno dei tanti impianti che continuano ogni giorno a spuntare come funghi.

    RispondiElimina
  7. Dal Post odierno di Cartellopoli.net (andate a vedere) :


    Ennessimo botto con cartellone a cinque centimetri dalla carreggiata


    Mc Daemon

    RispondiElimina
  8. A Lucrè nce se pò crede
    quello che a Roma se vede
    guarda npò sti mascalzoni
    che combinano a Marconi..
    Dice che da Lujo scorso
    s'era chiuso ogni discorso
    studio zeta nun pagava
    e paciello cancellava
    Mò spiegateme com'è
    che na ditta cancellata
    dopo n'anno, è vero eh,
    pianta ancora st'insalata

    RispondiElimina