giovedì 7 giugno 2012

MANIFESTAZIONE SABATO 9 ORE 10,30

Il cartellone piantato davanti Castel S.Angelo è l'ennesimo atto di arroganza e di sfregio verso il patrimonio e la bellezza di Roma. Una ditta che dovrebbe essere stata radiata continua a piantare pali e a raccogliere pubblicità e guadagni nella totale ignavia dell'amministrazione. 


Sabato manifesteremo davanti Castel S.Angelo per chiarire a chi crede di usare la città come il piazzale di smercio del suo negozio, che i cittadini continueranno a lottare per la difesa del decoro. 


VI ASPETTIAMO!

diffondete il volantino della manifestazione

12 commenti:

  1. ovviamente anche qui, nessuno ha visto, nessuno sa, nessuno interviene, è tutto normale. vabbè...

    RispondiElimina
  2. sono i cittadini degni di questo nome a doversi fare Stato.
    Nell'ignavia complice delle cosiddette istituzioni è prosperato e dilagato il malaffare dell'Economia del Degrado romana.
    Un impasto merdoso che ha trasformato una città-museo in un orribile suk di mondezza, degrado, abusi, sciatteria e violenza.
    MA C'E' CHI DICE NO E NON SI ARRENDE!
    Ci vediamo sabato.
    (sperando che tutti coloro che danno buoni consigli FINALMENTE SI ALZINO DALLA SEDIA E VENGANO A GRIDARE FORTE: BASTA CARTELLONI!!!!!!!!)

    RispondiElimina
  3. Stamane sono passato di lì ed entro un raggio di 50 metri dall'impianto c'erano: orride bancarelle, una miriade di venditori ambulanti con la merce esposta sul terreno, pseudo-statue di ogni foggia (ne ho contate 5), musici con amplificatore. Poco più in là ho anche beccato uno dei venditori ambulanti che aveva appena urinato dietro un albero, in piena strada.
    Se il grande imperatore Adriano ci fulminasse a tutti noi romani per come trattiamo il suo mausoleo non ci sarebbe certo da recriminare.

    C'è ancora chi tiene al glorioso passato della nostra città, e sabato mattina comincerà a prendersela con quel dannato impianto pubblicitario. Prima o poi verrà l'ora per il resto (ma per quello bisognerà che l'attuale sindachetto sia passato ad altri lidi).

    RispondiElimina
  4. bravi, non bisogna mollare mai!

    RispondiElimina
  5. Legio Aurelia invicta8 giugno 2012 13:27

    Il tempo dell'arroganza mafiosa sta per finire.
    Le buccine chiamano i Romani alla rivolta contro chi violenta e umilia i simboli della nostra Storia.

    ALEA IACTA EST

    RispondiElimina
  6. purtroppo i "Romani" non esistono più da molti secoli.
    Gli abitanti di Roma sono solo capaci di mugugnare e tirare a campare indifferenti allo squallore che li circonda.."semo a cittààà più bella der monnoooo"..."fatte li cazzi tua e campi cent'anni"..SI DA SORCIO!

    verrò alla vostra manifestazione ma i banditi porci cartellonari SONO PROTETTI, lo hanno capito tutti..il problema è che alla maggioranza degli ex quiriti non appare una vergogna intollerabile un cartellone piazzato davanti a Castel S.Angelo.
    BUTTIAMOLO GIU' SENZA SE E SENZA MA.

    LA CIVILTA' DELLA BELLEZZA CONTRO L'INCIVILTA' MAFIOSA DELLA PREPOTENZA.

    ALE-DANNO ti avevo pure votato...me menerei da solo!

    RispondiElimina
  7. ormai questa città non ha speranza ....!
    Cartelloni a 1 cm dal castello ! Cittadini senza macchia che combattono per il bene, che vogliono indicare quanti tavolini devono esserci ecc. Ringraziamo una classe politica inetta e demagoga alla ricerca di facili di consensi !
    Combattete populisti ! Combattete !

    RispondiElimina
  8. non rispondete al troll, per favore.

    RispondiElimina
  9. requiem per un brutto cartellone.
    Missione compiuta. Sotto al prossimo.

    RispondiElimina
  10. una goccia di speranza in un oceano dilagante di illegalità.
    Quel cartellone doveva essere rimosso da oltre un anno e invece per tutto questo tempo ha continuato illegalmente ad esporre pubblicità.
    Domanda retorica: la società e l'inserzionista pagheranno i costi della rimozione anticipati dal municipio OVVERO DA QUELLA COLLETTIVITA' CHE ENTRO IL 18 GIUGNO SARA' VESSATA CON LA NUOVA IMU ?? (dopo l'aumento del 50% del biglietto Atac-Metro)
    Il quadro ambientale della zona è DESOLANTE: Decine di pullman turistici invadono impuniti Via delle Conciliazione (con un parcheggio disponibile a poche decine di metri costato milioni di euro), decine di ambulanti abusivi, centurioni e l'immancabile camion bar DAVANTI A CASTEL S.ANGELO.
    Furgoni carichi di merce che entrano in una zona pedonale a volte senza rallentare, il cammino per non vedenti semidistrutto dai suddetti furgoni che ci passano sopra.
    UN DELIRIO INTOLLERABILE DI ABUSI, PREPOTENZA, SQUALLORE, PERACOTTAGGINE.

    Questa è la "NORMALITA'" quotidiana a Roma.

    Mi rallegro per la rimozione del cartellone abusivo ma mi sento sempre uno che fa parte dell'ultima Legione.

    RispondiElimina
  11. Una domanda, cosa ne pensa la presidentessa del XVII municipio del dilagante schifo della mole adriana? Si può fare qualcosa? Mi dispiace non esser passato da voi ma stamattina cominciavo a lavorare proprio alle 10.

    RispondiElimina
  12. il dilagante schifo della Mole Adriana è comune a tutte le zone in cui più alta è la concentrazione di turisti ovvero gente disposta a spendere per qualche souvenir e pagare 3 € una bottiglietta d'acqua fresca.
    Il problema E' LA VOLONTA' POLITICA DI FARE UNA RIVOLUZIONE CULTURALE A ROMA mettendo il decoro urbano, la bellezza, la difesa INTRANSIGENTE del patrimonio storico-archeologico e la sicurezza dei cittadini NEL MANIFESTO CHE PROMUOVERA' QUESTA RIVOLUZIONE.
    Il problema è che in questa città che tutto accoglie e tutto tollera si sono riversati centinaia di migliaia di disperati IRREGIMENTATI MILITARMENTE nell'esercito del degrado gestito da sapienti burattinai.
    La presidentessa ha fatto e fa molto per il suo territorio MA FORSE PER AFFRONTARE L'ESERCITO DEL DEGRADO CI VORREBBE L'ESERCITO VERO e non 4 vigili che puta caso fanno il loro dovere, come a Porta Portese pochi giorni fa, vengono massacrati di botte dagli ambulanti abusivi e dai buonisti romani.
    APRITE GLI OCCHI GENTE: ROMA E' NELLE MANI DELL'ECONOMIA DEL DEGRADO e l'unica speranza è la rivolta popolare...sinceramente nutro qualche dubbio.
    Al romano medio piace il caos, piace la sosta selvaggia,piace fottersene del bene comune..però quanto je piace baccajà pe li diritti!!!

    RispondiElimina