lunedì 11 giugno 2012

Noi stiamo con Nathalie Naim e contro i prepotenti!

Dopo l'episodio accaduto qualche settimana fa,che ci aveva distolto momentaneamente dal tema 'cartelloni', torniamo a farlo per un episodio accaduto lo scorso sabato.
La notizia l'abbiamo letta oggi su Il Messaggero e ci ha fatto trasecolare: "Consigliere del I Municipio: spinte da un barista per un cartellone abusivo". Leggete tutti la cronaca dell'accaduto e rendetevi conto di cosa può succedere nel pieno centro di Roma a chi semplicemente fa notare un abuso al prepotente di turno.

COSE DELL'ALTRO MONDO!?!

Ovviamente non possiamo che fare affidamento sulla versione fornita da una delle parti ma per esperienza diretta di tutti noi sappiamo bene quanto ciò possa essere verosimile. Ciò detto siamo ben disposti a sentire anche l'altra campana nel caso volesse fornire la sua visione dell'accaduto.

Alla consigliera Naim vogliamo esprimere la nostra sincera vicinanza e solidarietà per quanto accaduto, invitandola a prestare maggiore attenzione all'incolumità sua e dei suoi familiari ma a non desistere dalla sua ben conosciuta attività di contrasto all'illegalità e al degrado.

Al barista che, sempre stando all'articolo, ha evidentemente frainteso le regole del vivere civile giunga tutta la nostra riprovazione ed il nostro fermo invito a non riprovarci più a fare il prepotente nel modo descritto. Che ormai fare commercio in centro storico significhi spesso farsi beffe della legge è cosa purtroppo consolidata; ma che la violazione delle norme diventi un diritto acquisito da difendere platealmente è cosa inammissibile e intollerabile.

Stiamo valutando se intraprendere qualche azione per segnalare direttamente all'esercente in questione che il suo incivile comportamento non è passato inosservato. La cosa è per noi di fondamentale importanza in quanto da sempre predichiamo urbi et orbi che i cittadini per primi devono farsi alfieri della legalità e del decoro, cominciando a segnalare quando possibile gli abusi. Sappiamo bene che queste cose possono creare discussioni con chi pensa di fare impunemente il furbo, ma non deve mai succedere che la prepotenza passi il segno e metta in pericolo l'incolumità dei cittadini.

Da ultimo segnaliamo che dal tenore dell'articolo si percepisce una certa timidezza nella reazione dei Carabinieri che, come riportato, cercavano di calmare il prepotente laddove, considerata la situazione, ci si sarebbe aspettato un'azione decisa ed energica per far cessare la violenza, anche verbale. Non andiamo oltre, non avendo assistito alla scena, ma sappiamo per plurime esperienze personali come gli agenti di polizia, qualsiasi sia il corpo, tendano ad assumere un fare accomodante che si rivela sempre a favore del prepotente di turno. 
E' possibile che ogni volta sia così difficile per gli agenti capire chi è dalla parte del giusto? Come può essere così difficile rendersi conto di qual è la parte debole che ha bisogno di tutela?

15 commenti:

  1. Seeee ... bbboni i caramba ... come l'altra volta col locale dei banchi vecchi, dove il maresciallo sembrava protegge l'esercente

    RispondiElimina
  2. ROMA - «Ma non l'avete visto che con la vostra auto bloccate lo scivolo per disabili? Fortuna che dovreste dare l'esempio... Vergogna!». La vigilessa gustava una golosissima coppetta «Moderi i termini, sa...».
    Forse qui c'è la risposta alla vostra domanda
    http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_giugno_11/vigili-pausa-gelato-rissa-201550343590.shtml

    RispondiElimina
  3. le forze dell'ordine da qualche anno a questa parte sembra siano diventate le forze all'ordine, all'ordine di chi le usa come cani da guardia o peggio come maggiordomi per tutelare e difendere interessi personali.... evidentemente gli agenti si adeguano a questo andazzo. Vivere a Roma fa sempre più paura.

    RispondiElimina
  4. Scatenarsi contro una donna con un bambino! Ma siamo pazzi? Ma vi rendete conto a che livello è arrivata questa città? L'arroganza non ha limiti e la prepotenza diventa violenza prima o poi. Non aspettiamo che tocchi direttamente noi stessi o i nostri familiari. A quel punto sarà troppo tardi!

    RispondiElimina
  5. sicuramente tutta la solidarietà alla Naim. Però aspettiamo a dire come sono andati realmente i fatti ! Abbiamo sentito solo una campana e non possiamo dare giudizi !
    Ad esempio un barista riconosce subito una consigliera municipale ? aspettiamo che i fatti siano accertati dalle autorità competenti ! Si fa cosi nei paesi civili !

    RispondiElimina
  6. ma sappiamo per plurime esperienze personali come gli agenti di polizia, qualsiasi sia il corpo, tendano ad assumere un fare accomodante che si rivela sempre a favore del prepotente di turno. "

    Questa idiozia mi era scappata ! COmplimenti veramente ! le autorità stanno con i prepotenti ! Sapete come si chiama questa sindrome ? sindrome di accerchiamento ! gli eroi senza macchia si sentono circondati dal male !
    Se non fosse reale ci riderei !

    RispondiElimina
  7. domanda: "un barista riconosce subito una consigliera municipale?"
    risposta: sì,
    - se il barista è uno avvezzo a forzare le norme (diciamo così) con i suoi tavolini esterni,
    - se la consigliera è una notoria avversaria delle OSP abusive (nonché ex-delegata del Municipio per l'abusivismo commerciale),
    - se la consigliera abita nello stesso rione del locale, anzi proprio nei pressi dello stesso.
    Aspettare che le autorità competenti accertino i fatti è proprio quanto si aspettano i tanti furbi e prepotenti, sicuri che la sfangheranno sempre.
    Questo è solo l'ennesimo atto di arroganza di qualcuno che pensa solo a spolpare la città fregandosene del prossimo, se lo vogliamo vedere.
    Purtroppo la gran parte dei cittadini continueranno a far finta di niente.

    RispondiElimina
  8. Scrotino è un coglione11 giugno 2012 20:22

    Ué Simpsònnnn!!
    ecco che arrivano le nostre temutissime forze dell'ordine!

    RispondiElimina
  9. splendido anonimo delle 20.09, mai provato a chiedere ad un vigile di sanzionare un abuso vero?
    Sempre fatti i fatti tuoi tu, probabilmente.

    Ma niente niente sei davvero convinto che le forze dell'ordine tutelino i giusti e perseguano i cattivi?
    Siamo noi che ci sentiamo circondati dal male???

    Ma chi sei? Alice nel paese delle meraviglie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente l'anonimo 20.09 chiude con "Se non fosse reale ci riderei !"
      Pensate un po' che io l'avevo letta come una sottile ironia.
      Stefano

      Elimina
  10. Maledetto scrotino che crede nella giustizia e nelle forze dell'ordine !!! Quello che diciamo è legge !

    lombroso spero che monti ti becchi ! Evasore dei miei stivali !

    RispondiElimina
  11. roberto...ok hai ragione, magari rispondi all'intelligentone che mi minaccia !
    Io so che dormo tranquillo grazie alle forze dell'ordine ! Poi pensatela come volete !
    Me ne vado siete troppo per bene !

    RispondiElimina
  12. ragazzi non cadete nelle provocazioni di questi poveri disgraziati, i loro commenti gia' li qualificano, non serve aggiunere altro

    RispondiElimina
  13. condivido l'invito a non alimentare provocazioni, fatemi lasciare solo un paio di link per il nostro amico:


    http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_giugno_11/vigili-pausa-gelato-rissa-201550343590.shtml

    http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/estorsione_e_lesioni_a_un_commerciante_arrestati_tre_poliziotti_a_torpignattara/notizie/201777.shtml

    RispondiElimina
  14. Amici, per favore
    ho già chiesto più volte di non cadere nelle provocazioni stucchevoli e farneticanti di questo personaggio.
    Non dategli corda.
    Non pensate che voglia discutere.
    Si diverte così, poveraccio.
    Non abbassiamo il livello della discussione.
    Grazie

    RispondiElimina