lunedì 11 luglio 2011

A che punto è la delibera?

Abbiamo a più riprese ricordato che al primo posto della nostra "lista della spesa" c'è l'approdo in Consiglio Comunale della proposta di delibera popolare sostenuta dalle circa 10.000 firme di cittadini romani. Se infatti da una parte continuiamo ad avvertire tutta la responsabilità delle firme che ci sono state affidate, dall'altra siamo convinti che un'aperta discussione in Consiglio Comunale sul tema dell'impiantistica pubblicitaria sia un passo indispensabile per far venire allo scoperto le reali posizioni dei consiglieri su questo tema.
Ci sono quindi senz'altro le gravissime responsabilità del Sindaco Alemanno in primis e quindi dell'assessore al Commercio Bordoni per aver lasciato che si perpetrasse un vero e proprio sacco della città da parte delle ditte cartellonare. Ma non possono essere taciute le responsabilità di tutti i consiglieri che hanno chiuso gli occhi davanti allo scempio in corso ed ancora appaiono non rendersi conto della devastazione causata dalle improvvide modifiche regolamentari introdotte con la fatidica delibera n.37 del 2009. Al riguardo cogliamo l'occasione per segnalare la solitaria opera dei consiglieri De Luca, del PD, e Torre, della Lista Civica per Alemanno, che si sono distinti nei rispettivi schieramenti dimostrando un reale interesse al tema dei cartelloni e concretizzandolo con dichiarazioni e soprattutto azioni concrete. Ce ne fossero ...

Tornando alla nostra proposta di delibera, il motivo del post è che essa è stata finalmente calendarizzata dalla Commissione consiliare competente, Commercio Artigianato e Attività Produttive, che dovrà predisporre una relazione e quindi sottoporla al voto del Consiglio Comunale.
La seduta è fissata per mercoledì 13 luglio p.v. alle ore 12:00 presso la sede della Commissione, in Via dei Cerchi, 6, 2° piano.
Il Comitato Promotore è stato ufficialmente invitato a partecipare ai lavori della Commissione ed uno dei componenti illustrerà il progetto d'iniziativa popolare.
Ricordiamo che le sedute delle commissioni consiliari sono pubbliche, per cui chiunque può assistervi.

Pur rammaricandoci del troppo tempo trascorso dal deposito delle firme (praticamente un anno), oltre che del fatto che nel frattempo si sono perse le tracce del Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari, che ci era stato detto avrebbe accompagnato la discussione della nostra delibera, non possiamo che rallegrarci per l'indubbio passo avanti nel lento processo che vedrà la discussione della proposta di delibera in Consiglio Comunale.
Cominciando a scaldare i motori per quel giorno vedremo intanto quali posizioni prenderanno corpo nella Commissione Commercio. Sarà infatti nostra cura riportare su queste pagine l'andamento e l'esito della seduta.

18 commenti:

  1. Resistenza Attiva11 luglio 2011 08:24

    Le sedute sono pubbliche.
    Questa è l'occasione per tanti lettori di questo, e altri blog, per mostrare concretamente il proprio interesse per l'argomento.

    RispondiElimina
  2. Eh già, una bella presenza di pubblico in Commissione darebbe a tutti i consiglieri il segnale che su questa roba non si scherza e non si accettano giochetti di sorta.

    Il periodo e l'orario non aiutano di certo, ma soprattutto: è pronta questa città, ed i suoi cittadini, per riprendersi la dignità che la storia le assegnerebbe?

    RispondiElimina
  3. Bella domanda quella di Roberto.
    Ma per una volta voglio essere fiducioso e sperare che quasi tutti coloro che da tempo esprimono il loro sdegno sui blog anti-degrado saranno presenti in Via dei Cerchi 6 mercoledi prossimo.
    Facciamo sentire con la nostra presenza l'intensità della nostra indignazione ma soprattutto la speranza e la volontà ferrea di cambiare le cose.

    RispondiElimina
  4. Il passaggio e` fondamentale per il percorso della delibera; dopo il parere della commissione (non vincolante ma importante, soprattutto politicamente) deve essere calendarizzata la seduta del consiglio comunale nella quale verra` discussa la delibera. Mercoledi` ci saro'
    Lorenzo

    RispondiElimina
  5. è molto importante che ci sia partecipazione, spero che saremo in tanti

    RispondiElimina
  6. La sede della commissione è in una zona molto centrale. Chiunque all'orario previsto si trovi da quelle parti per qualsiasi motivo veda di partecipare; anche chi lavora potrebbe utilmente passare la pausa pranzo presenziando ai lavori.
    Se c'è veramente un movimento è il caso che mercoledì dia un qualche segnale di sé.

    RispondiElimina
  7. Facciamo capire ai consiglieri della commissione quanto la città sia esausta della situazione. Andiamo e facciamo pressione morale su questi signori. Anche io ci sarò,

    Filippo

    RispondiElimina
  8. E vediamo se qualcuno si prende sta pausa pranzo...

    RispondiElimina
  9. Legio XI Pia Fidelis11 luglio 2011 16:01

    Vediamo pure se ci saranno anche stavolta illustri assenti che dalle pagine dei blog lanciano anatemi contro tutto e tutti e poi nei momenti che contano spariscono, salvo poi ricomparire e riprendersela con chi invece è stato sempre presente.

    RispondiElimina
  10. un'altra mirabolante impresa dell'inarrestabile, immarcescibile, ineguagliabile, inafferabileeee

    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=155824&sez=HOME_ROMA


    EVVAI CON LE SANATORIE PER GLI ABUSIVI!!!

    RispondiElimina
  11. Legio XI..noi camminiamo con le nostre gambe.
    Alle assenze illustri (illustri maddechè...)abbiamo fatto l'abitudine.
    Ci sarà chi da tanto tempo si batte e si sbatte realmente in questa battaglia.
    E' chiaro ovviamente che tutti saranno benvenuti.
    (hai letto la mail che ti ho inviato?..a proposito)

    RispondiElimina
  12. non mancherò nemmeno io !

    RispondiElimina
  13. Dai commenti si direbbe che mercoledì ci saranno solo posti in piedi!
    Come ho già scritto sarebbe un bel segnale per i nostri sempre "distratti" consiglieri comunali (esclusi De Luca e Torre, ça va sans dire)

    RispondiElimina
  14. si però un conto è de luca sensibile al tema da anni ...un conto Torre sensibile da 10 giorni . Suddai !

    RispondiElimina
  15. chi va potrebbe fare un video e pubblicarlo ?

    RispondiElimina
  16. Non credo abbia senso confrontare i due consiglieri citati e comunque ognuno è libero di giudicare la storia e l'operato dei rappresentanti politici.

    Personalmente registro il fatto che al di là di De Luca e Torre c'è un vuoto incredibile. E se l'On. De Luca può vantare innumerevoli medaglie al valore nella battaglia contro i cartelloni, conquistate in anni, l'On. Torre ha cominciato anch'egli a collezionarle, chiedendo conto all'assessore Bordoni, con ripetute interrogazioni che in quanto provenienti dallo schieramento di maggioranza hanno un particolare peso ed un'indubbia difficoltà, dello scempio in corso nella città di Roma.

    Con due concorrenti non vale la pena fare classifiche. Aspettiamo che se ne aggiungano altri, e magari aiutiamoli noi facendoci vedere in tanti nella Commissione di mercoledì.

    RispondiElimina
  17. Resistenza Attiva.11 luglio 2011 17:33

    Sarà il benvenuto anche chi mercoledì mattina si scoprirà di essere sensibile al problema al suo risveglio.
    Tanto i cavalli di razza si vedono alla distanza...

    RispondiElimina
  18. Non credo abbia senso confrontare i due consiglieri citati e comunque ognuno è libero di giudicare la storia e l'operato dei rappresentanti politici."

    Non so se hai qualcosa contro De Luca...per me resta unico.

    http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/12/01/news/atac_a_bordo_altri_figli_e_consiglieri_municipali-9744910/

    RispondiElimina