martedì 15 gennaio 2013

Gridiamo NO alla devastazione. Al Giardino Paparelli manifestazione contro il vandalismo

AGGIORNAMENTO ORE 14:20: ATTENZIONE, LA MANIFESTAZIONE E' ANNULLATA CAUSA MALTEMPO


Era un bel giardino, con i giochi per i bambini, le aree verdi, una bella recinzione e perfino i muri affidati ad alcuni artisti che li avevano decorati con temi sportivi. Per dimostare che i murales possono essere belli e non solo degrado purchè realizzati negli spazi consentiti.

Un murales del giardino Paparelli
I giochi poco dopo l'inaugurazione


Fino a che sono arrivati loro: i soliti vandali. Quei personaggi che dove passano lasciano solo degrado, devastazione, sporcizia.
No! Le mamme e i bambini della zona Cornelia non avevano diritto a giocare in un parco attrezzato, ben tenuto, come succede nelle altre città.
No! A Roma non è consentito vivere in spazi gradevoli, puliti che educano al bello e al rispetto.

Graffiti, incendi dolosi, tags, strutture divelte. L'area è stata chiusa perchè pericolosa e inagibile dalla Polizia Municipale. Un parco completamente rifatto meno di due anni fa è già completamente da ristrutturare.

Guardate in questo video girato dal Municipio 18 la drammatica situazione in cui versa ora.

L'area giochi completamente devastata
Domani, mercoledì 16 gennaio, alle ore 15.00 saremo tutti al giardino Paparelli per manifestare contro il vandalismo, per reagire alla barbarie, per mobilitare tutte le persone per bene che non sopportano più di vivere così.

Organizzata dalla presidenza del 18° Municipio, la manifestazione è sostenuta da Basta Cartelloni-Francesco Fiori, Cittadinanzattiva Aurelia, Riprendiamociroma e dalle associazioni di quartiere: Polisportiva Montespaccato, Asd Real Boccea, Asd Boccea Nord, Asd Green Volley, Amici del Monte, Biblioteca Cornelia, Ass. Praesidium, Parrocchia S. M. Janua Coeli, Movimento Petra.

Sarà un bel pomeriggio che ci farà sentire meglio, Cittadini con la C maiuscola.

MERCOLEDI' 16 GENNAIO

ORE 15.00 

GIARDINO PAPARELLI

Via Cornelia 75

Qui il comunicato del Municipio XVIII con le dure parole di Daniele Giannini contro i vandali

10 commenti:

  1. Tre deficenti riescono a produrre danni per migliaia di euro ad una collettività già provata dalla crisi. Siccome i soldi sono pochi distruggiamo pure quel poco che c'è. Le famiglie di queste scimmie devono ripagare tutto (ed anche qualcosa in più).

    RispondiElimina
  2. Da IL Mesaggero:
    Roma, i manifesti elettorali crollano
    strage sfiorata all'Appio Tuscolano

    Installate una sessantina di plance su un viale alberato: il terreno ha ceduto. Zona transennata

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  3. Punto primo-

    i "vandali criminali" a cui volete far sentire il fiato sul collo che hanno distrutto il parco hanno tra gli 10 e i 14 anni, sono i fratellini maggiori dei bambini che frequentano il parco con i genitori. (sorge spontanea qualche domanda..)


    Punto secondo-

    I "murales" che erano stati realizzati erano terribili e ignobili da punto di vista artistico; dal punto di vista del decoro e soprattuto incapaci di trasmettere alcun messaggio in quanto BRUTTI.

    Punto terzo

    Ma tu brutto figlio di puttana Sei del Pdl e parli?
    Hai ancora il coraggio di parlare?
    Cioè Un certo Daniele Giannini che appoggia Berlusconi porco il d.. maledetto chiama a raccolta forze dell'ordine, famiglie, associazioni scuole contro dei BAMBINI per cancellare i disegni sul muro che vengono deturpati solo grazie alla sua ignoranza perchè NON ha fatto il suo lavoro seriamente chiamando un vero artista/writer, PAGANDOLO e realizzando un opera che potesse essere ammirata e rispettata.

    Perchè non chiami le guardie per arrestare quel mafioso pidduista ladro corrotto pedofilo puttaniere dittatore sfruttatore criminale del tuo capo???????????????????????

    Tutta questa merda, tutti questi bambini con la merda nel cervello che ti devastano il parco giochi sono diretta conseguenza del lavaggio del cervello che dura da vent'anni organizzato dal tuo capo onorevole BERLUSCONI SILVIO e altri quattro stronzi.

    DANIELE GIANNINI SE CERCHI IL COLPEVOLE DI QUESTA MERDA GUARDATI ALLO SPECCHIO

    IL MONDO DI MERDA CHE STAI CONFEZIONANDO AI TUOI FIGLI E' DIRETTA CONSEGUENZA DEL TUO LAVORO.

    complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. X anonimo 13.58
      Punto 1 -
      sono d'accordo con te, sono i fratellini maggiori e le domande nascono spontanee.
      punto 2 -
      che i murales precedenti fossero brutti è una tua opinione, condivisibile o meno, ma di certo la situazione non è migliorata (spero stavolta sarai d'accordo tu)
      punto 3 -
      Veramente stai dicendo che la colpa è di giannini perchè non ha chiamato un vero artista/writer, PAGANDOLO? Veramente pensi che le cose sarebbero state diverse, che un disegno diverso sarebbe stato ammirato e rispettato? Allora è per questo motivo che hanno pure bruciato gli scivoli e distrutto i giochi. E' per questo che si distruggono i treni e le stazioni perchè sono brutti? Già stiamo messi male e quel poco che abbiamo lo distruggiamo pure, questa cosa è geniale non ci avevo mai pensato.
      Sono d'accordo con te che è stato confezionato un paese di merda, Berlusconi ci avrà messo di suo e la gente come te ci sta mettendo il resto.
      Mario

      Elimina
    2. in effetti anche i marmi millenari romani sono brutti ed è giusto coprirli di tags.
      Anzi, siccome io ritengo esteticamente superata la Fontana dei Fiumi a Piazza Navona stasera prendo na bomboletta e la coloro tutta per modernizzarla.
      Il mondo di merda in cui viviamo sempre più faticosamente ha prodotto simili deliranti personaggi che giustificano chi causa milioni di euro di danni al popolo (ANCHE A LUI..FORSE) già vessato da folli tasse e servizi da 4° mondo.
      MA MI FACCIA IL PIACERE!!!!!

      Elimina
  4. Complimenti a Mario che ha cercato di rispondere nel merito al delirante sproloquio dell'anonimo delle 13:58:

    Uno che dice che i murales brutti scelti da Giannini sarebbero la causa della devastazione del parco; uno che, forse, non rendendosi conto di dove sta scrivendo e cosa sia il movimento antidegrado, se la prende con Daniele Giannini, uno dei pochi se non l'unico presidente di municipio che ha puntato sul decoro urbano, a prescindere dalle idee politiche, ingiuriandolo pesantemente per quelle, come fanno i ragazzini immaturi, usando una terminologia che da queste parti non è accettata e non lo sarà in modo ulteriore; uno che dice una delle peggiori sciocchezze mai sentite - le scritte sui muri sarebbero la conseguenza diretta dei governi di Berlusconi, come dire Scalfari è responsabile della gente che parcheggia in tripla fila - e si autodefinisce con una delle frasi più antidemocratiche del mondo ("sei del Pdl e ancora parli") che ben delinea la sua ristrettezza di pensiero.

    Io, per come si è espresso qui, direi che, generalizzando, sono quelli come l'anonimo diffamatore che tanto si lamentano ma poco fanno e giudicano gli amministratori in base al partito d'appartenenza, che hanno prodotto il degrado urbano e culturale di questa città.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti.
      Comunque il commento dell'anonimo è talmente demenziale che mi sto chiedendo se non sia lo stesso Giannini ad inviare questi messaggi per tenere alta l'attenzione sull'argomento.
      Mario

      Elimina

  5. Un lavoro di riqualificazione come la decorazione delle superfici di un parco deve essere svolto con un senso:
    chiamando un artista degno e pagandolo per il suo LAVORO
    e non "dando la possibilità" a quattro ragazzini oggettivamente non in grado di decorare neanche la loro cameretta di degradare un ambiente.
    Perchè quando un lavoro del genere viene fatto cosi male è il degrado di cui tanto vi riempite la bocca che si genera.
    Sono questi lavori fatti alla "peracottara", all'italiana appunto che non permettono a quei ragazzini che vi hanno distrutto il parco di sognare un futuro diverso; di mostrargli qualcuno che vive grazie ai murales legali instaurando il loro sogni e passioni.
    Se aveste realizzato un lavoro fatto per bene e speso i soldi per assicurare le pareti dipinte nel tempo,: ad esempio pannelli trasparenti da applicare sopra i dipinti adesso con una semplice pulitura avreste ancora avuto il parco intonzo o quasi.
    In europa e in america i writer vengono pagati per fare queste cose in italia si chiamano quattro ragazzini con l'arroganza di fargli pure un favore e stamo apposto cosi.

    Ma tanto tutto apposto in Italia.

    é inutile incazzarsi anche ormai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi riempite..., vi hanno distrutto.., se aveste realizzato..., avreste avuto un parco...
      Guarda che il parco non è nostro è di tutta la collettività , anche tuo, e la devastazione è stata fatta a danni ed a spese tutti.
      Anche con i pannelli trasparenti non sarebbe rimasto "intonzo" neanche un affresco di Michelangelo. La rima però è buona.

      Elimina
    2. leccame lo sperma

      Elimina