sabato 31 dicembre 2011

Continuiamo a chiedere le dimissioni dell'Assessore Bordoni

Una piccola manifestazione, improvvisata, in via dei Cerchi, sotto  gli uffici dell'Assessorato al Commercio per chiedere le dimissioni dell'Assessore Bordoni












Alcuni esponenti dell'Associazione Basta Cartelloni-Francesco Fiori hanno dimostrato civilmente la loro indignazione. E' ora di voltare davvero pagina.












Avevamo chiesto al Sindaco in altre occasioni di dissociarsi pubblicamente dall'operato del suo assessore. Ma evidentemente Alemanno ritiene che il comportamento del responsabile del Commercio sia stato corretto. Noi, invece, pensiamo di no! Chiediamo che Davide Bordoni si dimetta per moltissimi motivi. Alcuni dei quali sono:

1) La sua gestione della cartellonistica pubblicitaria a Roma è stata la peggiore che la città abbia conosciuto. La deregulation prodotta dalla delibera 37/2009 (della quale Bordoni è padre) ha prodotto la devastazione che è sotto gli occhi di tutti.

2) Non c'è stato alcun contrasto all'abusivismo e alla violenza delle ditte più prepotenti.

3) Il Comune sapeva che una serie di impianti pubblicitari (le plance della Pes) era estremamente pericolosa per la sicurezza stradale. Nonostante i pareri dei Vigili Urbani e dei tecnici comunali, non ha mosso un dito per far rimuovere quei cartelloni. Contro uno di questi sono morti due giovani.

4) Ha presentato un Piano Regolatore degli Impianti che fa acqua da tutte le parti. E' scritto appositamente male per permettere una nuova sanatoria dell'esistente. E fino ad oggi nessuna delle modifiche proposte dalle associazioni cittadine è stata presa in considerazione (e ora anche dall'Agenzia per la Qualità dei Servizi Pubblici Locali)

5) Dopo l'inchiesta aperta dal vice-comandante della Polizia Muncipale di Maggio e ora passata alla Procura della Repubblica, l'Assessore Bordoni ha fatto finta di cadere dalla nuvole. Deve riconoscere la propria responsabilità politica e di conseguenza dimettersi.

5) Anche se non rientra direttamente nelle competenze della nostra Associazione, come cittadini romani, possiamo affermare che la gestione del commercio ambulante dell'Assessore Bordoni ha provocato una esplosione di bancarelle e camion bar sistemati in ogni luogo della città, come non capita neanche nel suk più caotico.

Potremmo andare avanti ancora a lungo a elencare i motivi per cui continueremo a ripetere: Bordoni Dimissioni!


Repubblica, Paese Sera

10 commenti:

  1. l'anno finisce bene.....

    RispondiElimina
  2. Ovviamente non si puñ che SOTTOSCRIVERE OGNI SINGOLA PAROLA !

    Da troppo tempo Roma subisce danni su danni ad opera di alcuni individui. BASTA!
    Serviranno anni e risorse impossibili per ridare decoro alla Citta'!
    Mc Daemon

    RispondiElimina
  3. INTANTO CONTINUANO IN TUTTA ROMA LE ISTALLAZIONI SENZA SOSTA DI MERDECARTELLONARE. GUARDATE IL POST ODIERNO SU CARTELLOPOLI.NET. NEANCHE ALEMANNO (con la sua "moratoria") RIESCE A FERMARE I DISASTRI PRODOTTI DA BORDONI E DALLO STESSO ALEMANNO. LA CITTA' E' INGOVERNATA!

    RispondiElimina
  4. Propongo un'altra manifestazione con molti più partecipanti da organizzare al più presto.
    BORDONI AMICO DEI CARTELLONARI TE NE DEVI ANDARE!
    Nessuno crede alle tue ridicole bugie.
    Buon anno e complimenti a tutti noi..e leggetevi Repubblica di oggi a pag. 32..c'è una bella sorpresa

    RispondiElimina
  5. Questo inqualificabile individuo, questo bordoni, deve semplicemente DIMETTERSI.

    E LO GRIDANO le anime di quei due poveri ragazzi morti contro quel cartellone pubblicitario, uno delle decine E decine di migliaia che MARTORIANO la nostra città.

    RispondiElimina
  6. Tranquilli tutti: Bordoni non arriva a mangiare la colomba.
    Augh!

    RispondiElimina
  7. Speriamo che con il nuovo anno Bordoni si dimetta ma spero che la procura indaghi e lo giudichi colpevole di aver messo in ginocchio questa città già così provata. Bordoni la deve pagare!!!!!!

    RispondiElimina