sabato 28 luglio 2012

Le Olimpiadi del degrado



MENTRE A LONDRA...









...A ROMA





http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_luglio_28/ambulante-piazza-del-popolo-2011205669856.shtml



http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/botticelle_cavallo_sviene_per_il_caldo_lite_vetturino_turista_arrivano_i_carabinieri/notizie/210833.shtml


E QUESTO VI SPIEGA I PERCHE':


http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/07/28/news/l_allarme_mafia_sottovalutato_anche_dai_magistrati_il_giudice_lupacchini_c_un_clima_negazionista-39868561/

6 commenti:

  1. E certo! Qualcuna delle menti malate al Comune si sara' chiesta: ma come, a piazza del Popolo non c'e' neanche una bancarella? Che so, neanche un venditore di caldarroste?
    E che ce vo'? A Roma di bancarellari c'e' solo l'imbarazzo della scelta, dai tredicine a tutti i loro affiliati piu' o meno occulti.

    Roba da non crederci! Alle soglie del 2013 qualcuno ancora pensa che quella sorta di straccivendoli siano compatibili con i tesori che secoli di storia hanno donato alla citta'!?!

    C'e' proprio di che fare i complimenti al solito trio alemanno-bordoni-cassone, che per responsabilita' oggettiva in materia di commercio possono intestarsi questa ennesima schifezza.
    Ma non dimentichiamo anche l'assessore alla cultura e al centro storico, Gasperini, che quando capitano queste cose chissa' perche' e' sempre girato dall'altra parte (in perfetto stile "e che so' Pasquale io?").
    E mettiamoci pure il presidente della commissione cultura Mollicone (che solo a dirlo viene da ridere) che dopo aver fatto sfregiare ripetutamente piazza del Popolo con le sue improponibili idee carnevalesche (due anni fa riusci' ad attirarsi anche le critiche dell'UNESCO per il tendone monstre che fece allestire sulla piazza), non trova evidentemente nulla da dire contro la cultura rappresentata dal nuovo straccivendolo.

    RispondiElimina
  2. romano non romano28 luglio 2012 13:00

    e mettiamoci pure la magistratura (visto il link) che continua a far finta di non sapere. che cazzo di paese, w l'inghilterra!!

    RispondiElimina
  3. Una amministrazione comunale da CACCIARE VIA A PEDATE, visto lo stato in cui si è ridotta la nostra amata città.

    Non si salva nulla, uno schifo, un degrado, una incompetenza, un prosperare di malaffari ormai pienamente tangibili, un mancato rispetto di regole e norme, una ASSENZA DI CHI DEVE FAR RISPETTARE LA LEGALITA', un pressapochismo, un "famo come caxxo ce pare", un VOMITO.

    RispondiElimina
  4. Dopo aver visto ieri sera il magnifico spettacolo dell'apertura dei Giochi, mi domando cosa sarebbe successo se Roma se li fosse aggiudicati. Bordoni si sarebbe occupato di organizzare lo show, pubblicizzandolo con 10mila nuovi cartelloni e affidando licenze a 20mila nuove bancarelle. Tredicine si sarebbe occupato dei rinfreschi con alcuni camion bar piazzati al centro dello stadio e Alemanno della sicurezza: "Chiamo esercito e controllo con il mio scooter".
    Meno male che ci ha pensato Monti!

    RispondiElimina
  5. L'Italia, in particolare da Roma in giù è un paese MORTO.
    Nonostante la vostra tenace, meravigliosa, impareggiabile battaglia è un triste dato di fatto che alla maggioranza schiacciante dei burini romani che nulla hanno da spartire con i loro nobili antenati (Roma nel 1870 aveva 150.000 abitanti, nessuna industria e l'oppressione di ordini religiosi e nobili su una popolazione di ignoranti che viveva di espedienti..poi fu invasa dai buzzurri meridionali, non vogliatemene ma è così) frega nulla del decoro.
    Il falso e squallido "volemose bene", il "tiraccampà" sono stati il brodo di coltura in cui sono nati e cresciuti abusi e prepotenze di ogni tipo.
    Non è una questione di leggi da cambiare ma soprattutto di TESTE da cambiare...mi sembra un'impresa titanica.
    Roma non sarà mai una città pienamente europea.
    La cultura dell'abuso e della sopraffazione, l'odio viscerale per le regole RENDERANNO ogni sforzo vano.
    Ci vorrebbe un governo straordinario cinquantennale di paesi del nord europa per proteggere il patrimonio dell'umanità offeso, calpestato e umiliato dalle millemila bancarelle di mutandari e dal milione di cartelloni osceni e violenti.
    Bordoni e la giunta AleDanno sono responsabili di uno scempio culturale mai visto che dovrebbe essere perseguito da un tribunale internazionale.
    Anche questi sono crimini contro l'umanità.

    RispondiElimina
  6. E volevano fare le Olimpiadi a Roma? Si, le olimpiadi della porchetta

    RispondiElimina