lunedì 2 luglio 2012

Figli naturali, anzi meglio figli super naturali

Dal lettore Manusardi, riceviamo e pubblichiamo:

I fatti: sappiamo tutti che esistono i figli naturali, quelli adottivi e i figliastri....in un mio vecchio post parlai delle ditte cartellonare figlie naturali, figlie adottive e figliastre.....ed anche la vostra Bastacartelloni TV fece un servizio utilizzando questa mia terminologia, di cui confermo la piena libertà di utilizzo :)) ......Bene, ci sono ditte considerate  figlie adottive di Alemanno-Bordoni in quanto venivano avvisate per tempo delle bonifiche di facciata che Bordoni è stato costretto talvolta ad organizzare sotto la pressione dell'opinione pubblica e potevano così provvedere a rimuovere i propri impianti 1-2 giorni prima della bonifica per poi ripiantarli pochissimi giorni dopo nello stesso luogo..... Ma in qualche occasione, in presenza di testimoni, Bordoni non ha potuto proteggere queste figlie predilette e ha dovuto rimuovere anche impianti di loro proprietà....ma in un weekend di metà giugno, Bordoni ha rimediato allo "sgarbo" fatto a queste ditte e ha concesso una nuova valanga di concessioni NBD per piazzare nuovi impianti un po' qua e un po' là.....uno di questi è comparso in via Leone XIII, luogo di una delle più dure battaglie tra Bordoni e il popolo anticartellonari che  ha portato alla liberazione della strada dagli impianti pubblicitari, ma purtroppo SOLO nella parte che taglia Villa Pamphili e solo sullo spartitraffico centrale......con conseguente mantenimento degli impianti che erano presenti sui marciapiedi laterali, i quali nel loro piccolo violavano e violano ancora le seguenti norme e leggi:
1) violazione valida per TUTTI gli impianti: divieto di installazione nelle strade che costeggiano parchi, ville storiche, giardini e aree verdi in generale....e quel tratto dell'Olimpica è addirittura interno ad una delle più grandi ville storiche di Roma;
2) alcuni impianti sono installati sui marciapiedi la cui larghezza è ben inferiore ai 3 metri;
3) gli impianti di cui al punto 2 si trovano comunque a distanza ravvicinatissima rispetto al ciglio della carreggiata;
3) alcuni impianti sono anche posti in prossimità di incrocio/semaforo/strisce pedonali.
Ma, pur in presenza di palese flagranza di reato, non sono stati toccati in occasione della bonifica di quel tratto di strada. Si tratta in particolare di un immancabile ODP, un immancabile Nuovi Spazi, una palina 1x1, 2 segnalatori di parcheggio "figli" ancora dell'ex sindaco ambientalista (ahahahahahah) Rutelli, e da un impianto circa 1x1 camuffato da indicatore di nome di via...tutti impianti che in quella strada proprio NON ci posso stare.......!!!
Ma veniamo ai figli SUPER naturali....sullo spartitraffico bonificato, ha fatto la sua comparsa, GIA' DOTATO DI PUBBLICITA' AFFISSA, insieme a molti altri sparsi per Roma un nuovo cartellone....mi pare giusto: una decina di rimozione nei mesi passati devono essere compensate da centinaia di nuove autorizzazione come "atto di scusa" di Alemanno-Bordoni per il "danno" fatto ad alcune ditte che, visto l'enorme amore "paterno" dimostrato da Alemanno-Bordoni, possiamo sicuramente ribattezzare come "figlie SUPER naturali"....una bella carriera non c'è che dire: da figli adottivi a figli naturali ed ora a figli super naturali.....
Si allegano 2 foto del nuovo impianto, ABUSIVAMENTE AUTORIZZATO dai "papà" Alemanno-Bordoni in un luogo in cui la legge prescrive l'assoluto divieto di installazione di impianti pubblicitari.....

E, come sempre, buoni cartelloni a tutti da manusardi!!!!




PRECISAZIONE: secondo quanto osservato da un lettore nei commenti e quanto da noi stessi verificato, la ditta proprietaria  del cartellone in fotografia è la ROMANTECH PICTURES srl. Pertanto il testo del lettore è stato da noi modificato di conseguenza, eliminando i riferimenti a determinate ditte per mantenere comunque la denuncia di una nuova installazione illegale.
La redazione di bastacartelloni.it

8 commenti:

  1. Che porcheria di città, QUANDO FINIRA' QUESTO SCANDALO INFINITO???? Ma questa gente vive nell'impunita totale, è libera di installare cartelloni a non finire IN PALESE VIOLAZIONE DI NORME E REGOLAMENTI???

    Quando tornerà la legalità a ROMA???

    RispondiElimina
  2. Legio Aurelia invicta2 luglio 2012 16:18

    Che porcheria di città.
    Quand'è che invece di scrivere le solite GIACULATORIE, come da 3 anni a questa parte, vi unirete alla Resistenza?...si..aspetta e spera!

    I cartellonari e i loro sponsor in Campidoglio si fanno forti anche della vostra incapacità a reagire davvero.

    RispondiElimina
  3. La ditta di cui all'ultima foto, non è la ODP, ma la fantomatica Romantech pictures, che ha però impinati IDENTICI a quelli ODP e causalmente con targhette palesemente illegali.
    Sempre casualmente, pare che gran parte (se non tutti) i suddetti cartelloni siano vagamente illegali anche per altre violazioncelle di legge....come in Viale Newton (parco)

    RispondiElimina
  4. Basta Cartelloni2 luglio 2012 17:53

    Ringraziamo l'anonimo delle 16.24 per la precisazione

    RispondiElimina
  5. SCUSATE, MA NELLA TARGHETTA DEL CARTELLONE, DOPO "BO" e PRIMA DI "P" NON MANCA UN CAMPO CHE L'"OPERATORE" DOVREBBE RIEMPIRE ?
    SE E' COSI' LA TAGHETTA SAREBBE INCOMPLETA ... CIOE' ,SPIEGATEMI, E' UN CAMPO CHE PUO' ESSERE RIEMPITO A PIACIMENTO O IN CASO DI TARGHETTA IDENTIFICATIVA INCOMPLETA IL TITOLO AUTORIZZATORIO DEL CARTELLONE E' INEFFICACE E QUINDI IL CARTELLONE E' "ABUSIVO"?!!

    NOTO INFATTI CHE NEGLI ULTIMI GRIGISSIMI TEMPI SONO MOLTISSIME LE TARGHETTE-CIMASE DI CARTELLONI INCOMPLETE.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  6. E' esattamente come dice Mc Daemon: la targhetta è incompletissima e dunque illegalissima. L'impianto è due volte illegale: perchè non potrebbe stare lì e perchè la sua targhetta è evidentemente irregolare.

    RispondiElimina
  7. Grazie per il riscontro Filippo.
    Come detto noto MOLTISSIMI impianti che ULTIMAMENTE hanno la cimasa incompleta.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  8. Ringrazio per la precisazione sulla reale ditta che ha piantato questo cartellone....ma qualche dubbio mi viene sulla "reale" proprietà dell'impianto.....una ditta che usa cartelloni IDENTICI alla ODP e che soprattutto ha gli STESSI CLIENTI che la utilizzano (il circuito degli spettacoli) e quindi ha la stessa identica pubblicità esposta, viene il terribile sospetto che qualche relazione tra le 2 ditte vi sia.....ma non è questa la cosa + importante, che invece è che le installazioni proseguono liberamente con il chiaro avallo del vero sindaco di Roma, il Sig. Bordoni.....sempre buoni cartelloni a tutti da Manusardi

    RispondiElimina