lunedì 28 luglio 2014

Piano Regolatore: il voto entro 48 ore. "Roma vuole il Prip della Leonori"! Presidio delle associazioni in aula con magliette colorate

Marta Leonori con Franco Quaranta, presidente Bastacartelloni, Rodolfo Bosi (Vas) e Giovanna Marchese (Cna)

Le foto che corredano questo articolo (ne pubblicheremo altre prestissimo) mostrano quanto le associazioni cittadine, capitanate in questo caso da Bastacartelloni-Francesco Fiori e Vas, abbiano cercato con spirito costruttivo una soluzione per il bene della città.

La quadra sul Prip e sulle modifiche al Regolamento Affissioni ancora non c'è, ma sembra si sia molto vicini. Un primo risultato è stato evitare che questi provvedimenti venissero stralciati dal bilancio e rinviati a chissà quando. Il voto, dunque, ci  sarà e quasi certamente entro mercoledì sera.

Gli scenari che si aprono dopo la giornata di oggi, il nostro presidio e l'intervista rilasciata dal Sindaco al Messaggero sono fondamentalmente due:

  • Ipotesi 1: la maggioranza riesce a trovare una formula che riconosca ad alcune ditte romane  una piccola quota di impianti da tenere fuori dal bando di gara. Questa quota dovrà però essere sostenuta da solide basi giuridiche per evitare di ledere i princìpi di pari trattamento sui bandi. L'opposizione accetta questa soluzione, ritira i propri emendamenti e già nella serata di martedì il testo potrebbe passare. Noi riteniamo che tale soluzione giuridica sia impossibile, ma in queste ore, il Sindaco in persona ha richiesto un parere all'avvocatura comunale e sta lavorando a contatto con gli uffici e con l'Assessore per trovare una sorta di compromesso che però non sia giuridicamente attaccabile.

  • Secondo scenario: i pareri legali sono contrari a riservare una quota seppure minima di impianti a qualcuno e allora in aula andrà il Piano così come proposto dalla giunta arrivando dunque alla conta finale dei voti. Diversi consiglieri, anche quelli più favorevoli al "premio" alle ditte storiche, hanno assicurato che comunque voterebbero a favore del Piano, seppure turandosi il naso.

In ogni caso, la commissione commercio domattina terrà una breve riunione per esaminare le controdeduzioni arrivate dai Municipi ed esprimere un proprio parere. Ma la commissione non potrà più tornare sul tema della "premialità", per espressa richiesta politica del Sindaco. Il primo cittadino e l'assessore Leonori saranno gli unici titolati a formulare una proposta, dopo aver raccolto un parere tecnico da parte di avvocati e giuristi.




La nostra pacifica presenza in aula, durante i lavori di oggi, è stata comunque determinante. Diverse decine tra iscritti e simpatizzanti di Bastacartelloni erano in aula, indossando magliette colorate con la scritta "Roma vuole il Prip della Leonori", dimostrando pacificamente che la città chiede una svolta e vigila per evitare scivoloni tipo tassa sui camion bar.

Una maglietta è stata donata a Marta Leonori e ai membri del suo staff


Il presidio dei nostri simpatizzanti continuerà anche domani. Chiunque fosse interessato a partecipare può presentarsi a partire dalle 16.00 in aula Giulio Cesare.


L'assessore Leonori ci riferisce le ultime novità


Molti i sostenitori che hanno dato il loro appoggio alla nostra iniziativa. Tra questi citiamo Italia Nostra, Carteinregola, Salviamo il Paesaggio, Cna Commercio (che ha partecipato attraverso la presidente romana Giovanna Marchese Bellaroto) e ovviamente Cittadinanzattiva Lazio, il cui segretario è membro del comitato direttivo di Bastacartelloni.


Inoltre diversi esponenti del Movimento Cinque Stelle hanno partecipato al presidio, tra questi gli eurodeputati Fabio Massimo Castaldo e Dario Tamburrano, Angelo Diario portavoce in 13° Municipio e molti altri, tutti con la maglietta rossa per una città nuova e senza cartellone selvaggio.

Eurodeputati e consiglieri 5stelle con Stefàno, Frongia, De Vito e Raggi
Tanti i rappresentanti dei Municipi da noi contattati in questi anni e che oggi hanno voluto rappresentare i territori locali al fianco delle nostre piccole associazioni che stanno combattendo una grande battaglia.

A sinistra Emilia La Nave (Ass. Commercio 2° Municipio), a destra Stefano Zuppello (Vice presidente 13° Municipio)
Una giornata di lotta e di governo, se ci consentite di rubare la frase di Berlinguer. Perché noi lottiamo per dare a Roma un volto diverso, ma cerchiamo soluzioni condivise che non uccidano chi ha lavorato bene e seriamente e che portino la città a livelli europei.

Domani saremo ancora in consiglio comunale. Stanchi, esausti. Ma di certo non molleremo proprio ora!

Discutiamo con Orlando Corsetti


RASSEGNA STAMPA

Roma Today. Cartelloni, protesta in aula: "Roma vuole il Prip della Leonori"

06blog. Prip e Regolamento Affissioni in aula Giulio Cesare: Cartellopoli a rischio concessioni?

Roma Today. Cartelloni come i camion bar? Pronto un altro emendamento salvagente

Roma Post. Impianti Pubblicitari: è guerra ai cartelloni abusivi

Messaggero. Cartelloni, marcia pacifica in consiglio a difesa del piano antibusi della giunta

Romait. Affissioni, proteste in Campidoglio. Al via la battaglia sul Prip

COMUNICATI

Italia Nostra

Ass. Respiroverde Legalberi

Carte in Regola

Voltaggio (Cdu): Su Impianti pubblicitari basta regali alle lobby locali

De Luca (Pd): Su decoro nessun compromesso



6 commenti:

  1. MEDAGLIA D'ORO AL VALORE CIVILE a questi impagabili cittadini. In un'epoca di individualismo, indifferenza e solitudine, riscalda il cuore sapere che esistono ancora persone così generose e tenaci. I professionisti dell'inciucio prendano esempio! GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!!!!

    RispondiElimina
  2. GRAZIE PER IL VOSTRO ENORME IMPEGNO!
    ROMA VI E' GRATA!

    RispondiElimina
  3. Mamma mia che avete fatto! Non potevo venire ieri, ma spero di esserci oggi e conoscervi di persona. Bellissimo e bravissimi

    RispondiElimina
  4. Quasi rassegnato29 luglio 2014 12:58

    La città che non si rassegna all'impero del malaffare e del degrado vi AMA!

    Speriamo non vi siano polpette avvelenate all'ultimo secondo.

    RispondiElimina
  5. Voglio una maglietta, si può comprare? Roberta

    RispondiElimina