venerdì 27 aprile 2012

La tragicomica situazione di piazza Irnerio

Lo scorso febbraio avevamo dato conto della rimozione di alcuni impianti pubblicitari da piazza Irnerio a cura dell'ottimo Presidente Giannini. 

Purtroppo la situazione ad oggi appare di nuovo compromessa con numerosi impianti installati nello striminzito spartitraffico centrale, brutti e pericolosi.
Segue una breve panoramica di tali impianti, dove ci sarebbe anche da ridere, se tutto ciò non avvenisse a discapito dei cittadini, della sicurezza e del decoro complessivo della città.

L'impianto che segue è iscritto in NBD per stare in "Via di Boccea 200 metri dopo l'incrocio con Via di Torrevecchia". Si trova quindi a kilometri di distanza e per di più sul minuscolo spartitraffico di piazza Irnerio!!!



Questo invece presenta un'indicazione sulla targhetta a dir poco ambigua: "via piazza Irnerio"!?!



Il seguente impianto configura una situazione non nuova, che dimostra l'assurdità della situazione romana in materia di impianti pubblicitari: la targhetta NBD, che dovrebbe essere stata rilasciata dall'Ufficio Affissioni del Comune, riporta l'indicazione dello spartitraffico di piazza Irnerio come localizzazione dell'impianto. Essendo tale spartitraffico abbondantemente inferiore ai 4 metri previsti dalla normativa, viene da chiedersi se sia l'Ufficio Affissioni che certifica gli abusi, oppure se l'origine di tale targhetta sia di altro genere.



La targhetta di questo impianto indica piazza Ernerio come localizzazione. Anche qui viene da chiedersi se sia l'Ufficio Affissioni che ha commesso l'errore o se lo strafalcione l'ha fatto la ditta pubblicitaria, dimostrando quindi di non essere proprio ferrata quanto a comunicazione.



Da ultimo, ma non certo per rilevanza, quello che possiamo considerare er mejo fico der bigonzo.



L'impianto spicca per la sua dimensione, maggiore di quella degli altri, ma soprattutto per il fatto di essere un redivivo, si direbbe un novello Lazzaro. Un impianto simile, nello stesso identico luogo, e ci risulta della stessa ditta pubblicitaria, era stato infatti rimosso dal Presidente Giannini lo scorso febbraio, come testimonia il prima e dopo seguente:

Cartelloni come vampiri, invulnerabili alle rimozioni. Forse la prossima volta il Presidente Giannini vorrà provare a trafiggere l'impianto con un paletto di frassino prima di farlo rimuovere.
Particolare non irrilevante, l'impianto in questione presenta una targhetta NBD priva dell'indicazione della località.

Che dire? Pare proprio che ci sia un gran da fare in piazza Irnerio.

Vorrà il comandante Di Maggio approfittare di questo bel bocconcino-spartitraffico, come è già stato fatto altrove più volte? Non ce ne vorrà il comandante ma noi ce lo figureremmo ancora una volta come il colonello Kilgore de' noantri ... "prima o poi questa guerra finirà" ... E nel nostro caso il napalm non darebbe scandalo.

Oppure il Presidente Giannini vorrà cogliere l'occasione per far vedere che in democrazia chi comanda sono gli eletti dal popolo e non quelli che si fanno beffe delle regole.

Abbiamo la netta impressione è che questa storia non finirà qui.

8 commenti:

  1. Io mi chiedo come mai ANCORA la magistratura non ha scoperchiato il vaso di pandora e rivoltato come un calzino lo schifo che c'è sotto?

    RispondiElimina
  2. Violazioni così numerose e sfacciate che se si applicasse il comma 14 dell'art. 31 del Regolamento vigente porterebbero alla cancellazione di queste pseudo-ditte o società.
    Un accozzaglia di peracottari che disperatamente cercano di sopravvivere in un mercato distrutto dall'eccesso patologico architettato poco sapientemente dagli scalzacani in Campidoglio per favorire i loro amichetti.
    La Nielsen ha fornito dati certi: la raccolta pubblicitaria outdoor è diminuita rispetto ad un anno fa del 13%, eppure qualcuno di questi inqualificabili "imbrenditori" vorrebbe continuare a piantare simili schifezze. Ci sono molte domande..retoriche ancora: COME MAI LO SPARTITRAFFICO DI FRONTE IL MC DONALD di Piazza S. Giovanni Battista de la Salle (a due passi dallo spartitraffico mostrato in questo post) E' STATO RIPULITO SALVO, MA GUARDA UN PO', UN 4X3 DELL'APA?

    RispondiElimina
  3. A.P.A. = A Prescindere ... Autorizzati

    l'anima de li mejo mortacci de chi so io!

    RispondiElimina
  4. C'è qualcosa che non gira come dovrebbe in Procura...

    RispondiElimina
  5. Legio Aurelia Invicta27 aprile 2012 16:03

    Certo che non finirà qui.
    Abbiamo molta pazienza e tenacia.
    Come i Viet-Cong.

    RispondiElimina
  6. forza con il napalm Di Maggio ... distruggili tutti!

    RispondiElimina
  7. Si è vero...un impianto SCI (anch'essa ditta molto "amata" dal Campidoglio) e una palina 1x1 davanti a McDonalds sono state rimosse ed è rimasto l'APA, ovviamente in violazione del codice della strada circa la larghezza dello spartitraffico, la distanza da incrocio, la distanza da semaforo e la distanza dalle strisce pedonali....."irrilevanti" violazioni potenzialmente pericolose per uccidere....ma quello della diminuzione della popolazione deve essere un tema assai caro ad Alemanno e Bordoni ahahahahahahah (ci si deve ridere per non piangere ovviamente!!!) ..... mentre a proposito degli impianti con la targhetta NBD riportante la parola SPARTITRAFFICO si deve ammettere che l'ufficio affissioni "teoricamente" può non sapere se quello specifico spartitraffico sia o no di larghezza inferiore ai 4 metri.....ma quello che fa veramente preoccupare sono le "autorizzazioni" a collocare impianti con la dicitura ANG./ANGOLO o similari !!!!!! non esistono infatti deroghe al codice della strada in materia di incroci, eppure, specie nel martoriato centro storico, oltre a decine di migliaia di orologi-truffa, vi sono decine di migliaia di impianti che dovrebbero segnalare il nome della via (generalmente posti proprio al di sotto della elegante targa in travertino già presente da decine di anni) e che altro non sono che impianti pubblicitari veri e propri, tutti posti, proprio per questa "utile" funzione di segnalare una seconda volta il nome della via per far essere sicuri i cittadini che sia proprio quella via (!!!!!!!), agli incroci delle strade, in totale violazione del codice della strada........ma il comune fa finta di non sapere che ANG. o ANGOLO significa INCROCIO e rilascia a chiunque voglia la sua ILLEGALE autorizzazione all'installazione.....meditate gente, meditate.....Manusardi

    RispondiElimina
  8. Franco XVIII°4 maggio 2012 15:39

    Invito Manusardi e tutti quelli che si limitano a commentare sul blog a venire domattina in Piazza irnerio alle 10 per il 6° decoro day.
    Portare guanti da lavoro, spatola, tronchesine e olio di gomito ed entusiasmo anti-degrado. Indossare abiti da lavoro, perchè ce ne sarà MOLTO di lavoro
    Grazie

    RispondiElimina