lunedì 2 aprile 2012

Giardini di Valco San Paolo: la legalità può attendere

Il regolamento comunale sulle affissioni vieta l'installazione di cartelloni pubblicitari intorno ai parchi pubblici.

I giardini di Valco San Paolo, zona Marconi





4 commenti:

  1. L'ex Sindaco "ambientalista" (ahahahahahahahahahaha) Francesco Rutelli conosce molto bene quei giardini.....infatti la maggior parte degli impianti pubblicitari che lo murano sono stati collocati all'epoca in cui era Sindaco e mai rimossi anche dal suo successore Veltroni.....ovviamente Alemanno-Bordoni-Paciello-Cassone non potevano far altro che "sacrificarsi" a mantenere la situazione ereditata incrementandola un pochino dato che qualche spaziato vuoto era sopravvissuto !!!! Manusardi

    RispondiElimina
  2. Anche Catarci, Presidente XI Municipio tace. Tempo fa si era sgolato e ha fatto togliere 4 cartelloni. Ora che che la battaglia non è più di sua esclusiva tace; certo tace perchè è una battaglia per la città e i cittadini, non per il sig Catarci. Il fallimento della politica è anche questo, quando le battaglie sono personali e non per la legalità e il bene dei cittdini.

    RispondiElimina
  3. Una cosa immonda.

    RispondiElimina
  4. Tanti cartelloni che deturpano quel giardino meriterebbero a loro volta di essere deturpati.
    Se la cittadinanza non si risveglia e si riprende la città, anche manu militari, continuerà a vigere la legge del più forte.

    RispondiElimina