sabato 14 aprile 2012

Il sindaco inesistente





ci discostiamo nuovamente dal tema cartelloni per occuparci delle altre forme di degrado che, come un'unica sciagura, colpiscono  la nostra martoriata città. Sempre più convinti che gli effetti che i cittadini subiscono sul territorio sono le diverse facce di una stessa medaglia, quella della malagestione, del malgoverno.

il sindaco inesistente non è Alemanno, che evidentemente esiste se appoggia norme per cancellare le tutele alle piazze storiche, ma il sindaco che Roma non ha mai avuto, un moderno Agilulfo dall'animo nobile, un sindaco  modello pronto a risanare i torti, incline alla perfezione, un sindaco che evidentemente non esiste!



Le continue genuflessioni dei nostri amministratori verso le lobby e i potentati economici, leciti o meno, non è esclusiva di questa giunta, che pure ce la mette tutta per non dare un segno di discontinuità col passato, ma è una tradizione che si tramanda nel tempo e passa attraverso governi di tutti i colori. L'idea che le leggi possano essere modificate a uso e consumo dei potenti di turno e a danno della collettività non conosce schieramento. 

La materia delle occupazioni di suolo pubblico e dei dehors doveva essere regolamentata con norme precise e inequivocabili, che tenessero conto delle esigenze dei gestori dei locali e dei turisti ma anche e soprattutto dei vincoli e della tutela del decoro.


Ma ancora una volta non è andata così, un colpo di mano in Commissione Commercio stravolgerebbe le regole per aprire alla deregulation, come si è fatto per i cartelloni con la 37/2009 e come stanno cercando di fare con il PRIP

Intanto la città è sfigurata e affoga con tutto il suo patrimonio inestimabile in una palude di degrado ambientale e sociale dal quale sarà difficile tirarla fuori. Le sovrintendenze non hanno più poteri, le alte cariche dello stato, pur vivendo a Roma hanno evidentemente cose più importanti di cui occuparsi passando troppo distrattamente, tra le scorte, nelle strade della città per rendersi conto dello stato in cui versa.

I cittadini, moderni Bradamante, rincorrono il sogno di un sindaco che si prenda cura della città, un sindaco che finora non c'è mai stato. 

AGGIORNAMENTO LAMPO, ALEMANNO: "PROPOSTA SBAGLIATA"


dall'articolo su Repubblica il sindaco dichiara che la delibera è l'iniziativa di 10 consiglieri "trasversali" e non rispecchia la posizione del PDL!! Ma la Commissione Commercio da chi è presieduta?? 



12 commenti:

  1. http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/04/14/news/alemanno_campidoglio_addio_potrebbe_dimettersi_per_candidarsi_al_parlamento-33277241/

    RispondiElimina
  2. ...scordiamocelo, con queste operazioni vogliono costruirsi un feudo di voti inattaccabile, si presenterà e c'è pure il rischio che venga riconfermato. mi dispiace ma ho poca fiducia nei romani

    RispondiElimina
  3. Ma quante ne dovrà fare ancora Cassone (presidente della commissione commercio!?!) perché il sindaco si decida a dargli un calcio in culo e lo rimandi a casa?

    RispondiElimina
  4. Seeee ... anche l'imbarazzante assessore Gasperini (assessore alla cultura ma anche al centro storico, che neanche Nembo Kid ...) dichiara che era fortissimamente contrario al provvedimento di iniziativa consiliare.
    E allora perché ha aspettato che fossero i cittadini a tirar fuori il pericolo, invece che insorgere direttamente lui appena conosciuta l'iniziativa?

    E' partita la sequela dei "e che so' Pasquale io?" (Totò docet).
    Il sindaco si dissocia, Bordoni idem, lo stesso Gasperini. Manca solo che se ne esca Cassone lamentando di essere stato raggirato.
    Ancora una dimostrazione, se ce ne fosse stato bisogno, dell'imbarazzante inadeguatezza dell'attuale amministrazione comunale.

    Riguardo invece l'opposizione, caliamo un pietoso velo. Se le dimissioni di Cassone sarebbero a dir poco dovute, quelle del capogruppo del maggior partito d'opposizione apparirebbero quantomeno ben accette. Come diavolo può un provvedimento della portata di quello portato alla luce dalle associazioni, essere sfuggito a tutti i membri dell'opposizione? Ci fanno o ci sono?

    RispondiElimina
  5. ah ... dimenticavo, Marroni si chiama il genio che guida il PD al Campidoglio, Umberto Marroni.

    Naturalmente, come si usa nelle migliori famiglie politiche italiane, quello che si era presentato come candidato sindaco alle passate elezioni, Francesco Rutelli, uscendone sonoramente trombato, non perde occasione per dimostrare che i cittadini non hanno sbagliato rifiutandolo. Anche in questa occasione il suo contributo all'amministrazione cittadina è stato meno che nullo, ed ancora abbiamo tutti ben chiaro il suo voto mancante alla delibera d'iniziativa popolare sui cartelloni.
    Insomma, dove ti giri c'è del marcio sempre peggiore.

    RispondiElimina
  6. Basta veramente, qualsiasi sciocchezza che scrivono i giornali la riportate a la venerate ! Basta ! Almeno non fate finta di crederci !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bastacartelloni14 aprile 2012 18:32

      dall'art. di Repubblica "....sono solo alcune delle novità contenute nel Testo unico, già approvato dalla commissione Commercio e arrivato al parere dei municipi. Un regolamento ad hoc che accorpa due delibere: la 35 del 2010 sulla somministrazione e la 75/2010 sulle occupazioni di suolo pubblico..."

      e ancora "...il nuovo articolo 10 non prevede alcun rispetto per rioni come Trastevere, Testaccio, San Lorenzo. L'articolo 26 del nuovo regolamento trasforma la concessione di suolo pubblico in mera autorizzazione..."

      "...All'articolo 28 si legge che nelle piazze pedonali sarà possibile occupare con i tavolini anche le aree sotto ai marciapiedi..."

      "..La peggior porcata mai vista - tuona il consigliere comunale del Pd, Athos De Luca - Una completa deregulation col suolo pubblico che si privatizza. È incostituzionale. Non passerà."




      sulla base di cosa dovremmo credere che i giornali scrivono solo sciocchezze e non lo facciano anche i politici?

      Elimina
    2. Caro anonimo, potresti cortesemente sviluppare un po' di più il concetto, magari fornendo gli elementi per cui ritieni delle sciocchezze quelle riportate sul post e riprese dai giornali odierni?
      Hai forse letto il testo della bozza di delibera?
      Siccome l'impressione è che tu non l'abbia letto, se fornisci un indirizzo email (puoi anche scrivere al blog) ti verrà spedito così che tu possa analizzarlo e condividere con tutti le tue conclusioni.

      Forse non hai chiaro che dietro a questo blog non ci sono quattro zuzzurelloni che vanno in giro a fare foto che poi pubblicano con commenti improvvisati. Al contrario c'è gente che si sbatte da anni per fronteggiare alcuni dei fenomeni più deteriori di questa città, reperendo e studiando le norme e cercando di inchiodare le istituzioni alle loro responsabilità.
      Nessuna pretesa di infallibilità, per carità, ma considerato che nessuno di noi è pagato e che spesso ci si rimette in proprio, un po' più di rispetto sarebbe gradito. Vedi tu.

      Elimina
  7. tra i firmatari della proposta di delibera per questo ignobile regolamento, c'e' il Consigliere Vigna dell'API di Rutelli....... complimenti eh!! bella prova Rutelli!!

    RispondiElimina
  8. certo che se alla Commissione Commercio se la cantano e se la suonano sempre gli stessi 3 o 4 personaggi la vedo dura, ma che razza di gestione è questa di un settore così importante della nostra città?

    RispondiElimina
  9. Io so solo che farò aprire sempre di più gli occhi ai miei amici sulla completa inefficenza di questo inqualificabile sindachetto, molto vicino a certi ambienti e dei quali paghiamo il fio noi cittadini, visto lo stato di assoluto degrado in cui è precipitata sempre più Roma. Uno schifo, un vomito senza pari e del quale oramai tutti si stanno rendendo conto. Roma è MOLTO lontana da standard di vita di una capitale europea, così come è oggi, DEVASTATA dal degrado, dall'inefficenza, dal via libera per tutti, dal NON rispetto delle regole.

    Conto i giorni per le prossime elezioni.

    RispondiElimina
  10. cioè, la mano destra non sa cosa fa la sinistra.

    RispondiElimina