giovedì 6 marzo 2014

Prip: nuovo rinvio in Commissione Commercio. Ormai la "partecipazione" sta diventando una barzelletta. Pessimi segnali dal Campidoglio

Per prima cosa gridiamo: Marta Leonori se ci sei batti un colpo! Ma il dubbio che l'assessore non abbia la forza e forse neanche la volontà di mettere in pratica quanto ha annunciato in questi ultimi mesi è ormai quasi una certezza.

Delle bellissime parole sul nuovo Piano Regolatore, sulla divisione della città in lotti, sui bandi di gara e sulle rimozioni immediate dei cartelloni senza scheda, è rimasta solo cenere e polvere.

Marta Leonori

 E della partecipazione dei cittadini alla scrittura del nuovo Prip cosa è rimasto? Anche in questo caso solo tante chiacchiere, soprattutto da parte del presidente della commissione commercio Corsetti che prima si era riempito la bocca di processo partecipativo, aveva aperto una casella email dedicata ai cittadini, aveva stabilito una data ultima (il 17 dicembre!) entro la quale presentare le osservazioni e poi............e poi ha smentito se stesso e tutto il processo che aveva avviato.

La conferma nella riunione di questa mattina in Commissione. All'ordine del giorno della convocazione c'erano due punti:

  • Studio e approfondimento del documento presentato dalla Direzione Affissione e Pubblicità sulla base delle osservazioni formulate dai cittadini in relazione al Prip.
  • Audizione del dottor Paciello e del dottor Giattino (direttore Aequa Roma) in merito alle controdeduzioni sulle osservazioni dei cittadini.

Insomma, traducendo dal burocratese, oggi si sarebbe dovuto parlare della proposta di Vas e Bastacartelloni, dato che è l'unica valida ad essere stata depositata.
E invece, alla seduta, erano presenti numerose ditte pubblicitarie che hanno voluto discutere e presentare le loro proposte. Dunque, fuori tempo massimo (il limite era il 17 dicembre) e fuori dall'ordine del giorno, si è data la parola a chi ha avuto anni per far sentire la propria voce ma che si è guardato bene dal farlo nelle sedi e nei momenti opportuni. Tanto in Italia le regole sono fatte per non essere rispettate....!
Eh no signori, la cosa non può funzionare così. Soprattutto da parte di chi, la nuova giunta di centro-sinistra, si era insediata chiedendo legalità e riforme della cartellonistica. Alemanno e Bordoni, oggi presenti, si sono goduti lo spettacolo che potrebbe essere il secondo atto della loro giunta.

Ma è ora di cambiare registro. E' ora che dall'assessorato si levi alta e chiara la voce di Marta Leonori che dica una volta e per tutte cosa vuole fare la politica a Roma. La Roma sputtanata su tutte le trasmissioni televisive per essere la città della corruzione, del malaffare, dell'inefficienza. La Roma della grande decadenza.

In Commissione questa mattina ci sono state delle intemperanze soprattutto tra l'architetto Bosi e alcuni consiglieri. Si è arrivati a parole grosse. Non vorremmo che i toni eccessivi, provocati anche dall'esasperazione di chi lotta da anni per il bene della città, ora venissero presi a pretesto per escludere dal tavolo i cittadini. Il rappresentante di una ditta pubblicitaria ha provato a dirlo: "Voi siete ambientalisti non avreste diritto di parola sulla regolamentazione di un settore economico". Davvero è così presidente Corsetti? Davvero è così sindaco Marino? I settori economici li devono regolamentare le lobby che ne fanno parte?

Martedì 11 marzo, nuova seduta della Commissione. E si vedrà se i cittadini e loro idee avranno ancora diritto di esistere o se la Giunta preferirà delegare il proprio ruolo a chi ha spolpato Roma e l'ha resa la capitale più degradata al mondo.

9 commenti:

  1. Attacare a testa basa anche questi omuncoli. Lottare per la legalita' e contro i mafiosi che hanno distrutto Roma. Sempre! Anche questo e' combattere la Mafia. Questa e' MAFIA.

    RispondiElimina
  2. Legio Aurelia Invicta6 marzo 2014 22:44

    Il tempo della pazienza e delle giustificazioni è finito. Indossiamo di nuovo l'armatura, smascheriamo i traditori della legalità, sputtaniamoli in ogni sede e in ogni modo. VENDUTI, TRADITORI, BUFFONI. Nessuno sconto, nessuno a questi pataccari!
    ALEA IACTA EST

    RispondiElimina
  3. veramente non pensavo finisse così. Ma possibile che la Leonori non sappia cosa sta accadendo? Possibile che i predoni assassini debbano averla vinta anche stavolta. Ma chi c'è dietro questa gente così potente?

    RispondiElimina
  4. Per incanto sono spariti i bandi e l'azzeramento delle concessioni. CORSETTI veramente pensi di fare un Prip così, a favore delle ditte, lasciando Roma nel caos e nel degrado ? Eppure eri tu che poco tempo fa andavi in giro a tagliare gli impianti installati a p.zza del Popolo, o già ti sei scordato ? Non vorrete certo farci rimpiangere Bordoni, che per lo meno è sempre stato corerente con le sue dichiarazioni " c'è spazio per tutti".
    CORSETTI i cittadini si sono rotti le palle, lo capisci ? Le recite si fanno a teatro, non siamo disposti a farci prendere per il culo, nè da te nè da altri.

    VOGLIAMO COERENZA CON LE PROMESSE FATTE !

    RispondiElimina
  5. Rodolfo Bosi7 marzo 2014 14:39

    Anch'io sig. Nokia1 voglio COERENZA CON QUANTO PREDICA!
    Visto che ieri era presente alla seduta, poco distante da me, perché non ha detto queste stesse cose che scrive oggi direttamente a Corsetti e Bordoni e mi ha lasciato invece da solo a difendere anche la "sua" proposta unitaria, permettendosi addirittura di dire oggi che mi sono messo a fare una "sceneggiata" ?

    RispondiElimina
  6. Ci batteremo per far valere le proposte condivise che abbiamo presentato. L'impegno e la coerenza le dimostrerò su questo. Puntando tutti su questi favori macroscopici di CORSETTI alle ditte, potremo dire la nostra, è su questo che tocca puntare insieme. L'incoerenza ricordo si è dimostrata abolendo i bandi e favorendo i diritti acquisiti delle ditte.

    RispondiElimina
  7. DUE NOTE:
    A) E' incredibile come la politica abbia scelto di schierarsi contro la legalita' e contro Roma per difendere invece coloro che hanno per anni -in maniera totalmente folle in qualunque parte del mondo- devastato, calpestato, ridicolizzato , imbruttito e reso insicura Roma.E' incredibile, non me ne faro' mai una ragione.
    B) Significativo l'interesse e la grande partecipazione che alemanno e bordoni dimostrano in materia di cartellonistica...proprio STRANO, sicuramente sara' solo un caso, eh...SICURO. Sicuramente partecipano con lo stesso interesse a TUTTE LE COMMISSIONI COMUNALI...
    COMUNQUE NEL FRATTEMPO L'OSCENO E RIDICOLO CARTELLONE LA CUI SOMMITA' LETTERALMENTE SBATTEVA SOTTO AL CAVALCAVIA DELLA MAGLIANA (fronte Hotel Sheraton) E' STATO REISTALLATO IN BUONA COMPAGNIA: SIAMO PASSATI DA UNO A ZERO A (TENETEVI FORTE!) TRE!!! VEDERE PER CREDERE.
    E' proprio vero che quando c'e' l'interesse della politica si riesce a fare miracoli...
    Mc Daemon

    RispondiElimina
  8. vero, sotto al cavalcavia della Magliana e' tornato un MURAGLIONE DI MAXICARTELLONI NUOVO NUOVO!

    RispondiElimina
  9. Qualcuno prenda Corsetti per l'orecchio e lo porti a vedere il nuovo spettacolo cartellonaro alla Magliana, cosi' il signorino si rende conto di quello che sta contribuendo a creare.

    RispondiElimina