giovedì 13 ottobre 2011

E questa che roba è???

Ci abbiamo messo un po' a riprenderci dallo sconforto, ma sappiamo che il miglior modo per ricordare ed onorare Francesco è proseguire la battaglia in cui aveva messo tanta passione ed impegno con rinnovato slancio; pur consci che senza di lui sarà ancora più difficile.
Andiamo avanti quindi, ché c'è la delibera "Francesco Fiori" da far giungere in Consiglio Comunale.


Piazza San Rocco, adiacente Ara Pacis, ovvero pieno centro storico, area supermegaultra tutelata (sulla carta...); è chiaramente visibile fin dal Lungotevere.

 


Non è la perimetrazione di un cantiere; non è una struttura per un evento; non contiene nulla (vedasi terza foto).
Sui pannelli della grande “struttura” non c’è alcuna targhetta, marchio istituzionale, cartello o riferimento ad autorizzazioni od altro.
C’è solo la comunicazione pubblicitaria del nuovo modello di una nota casa automobilistica.
Per esclusione, non resta che definire “la cosa” come un impianto pubblicitario.
Di un formato, dimensioni e collocazione a nostro parere non previsti dal vigente regolamento sulle affissioni.
Chiediamo, come al solito, una verifica agli uffici comunali.

Ma ci si permetta un’osservazione, nei confronti dei rappresentanti e responsabili di quella nota casa automobilistica: una “cosa” del genere, a Parigi, a Rue de Rivoli ad esempio, ve la farebbero mettere?
Scopriamo dal sito internet della nota marca che i nuovi modelli verranno presentati all’Ara Pacis dal 20 al 23 ottobre p.v.: l’Ara Pacis utilizzata come una concessionaria...?!?

Non state facendo una buona pubblicità al vostro nuovo prodotto, anzi.
Fate un bel gesto: toglietela subito di lì e tirate le orecchie a chi vi ha mal consigliato.


Da Repubblica apprendiamo che "Il progetto è stato autorizzato da tutte le Sovrintendenze.". Sorge spontanea la solita domanda: chi controlla i controllori?

11 commenti:

  1. Ci sarà sicuramente qcuno che ha autorizzato, perchè se nessuno ha autorizzato....

    MAFIE E CORRUZIONI DIETRO I CARTELLONI

    RispondiElimina
  2. In effetti sarebbe proprio interessante sentire il parere diretto della Soprintendenza ai Beni Architettonici: davvero è stata in grado di autorizzare 'sta porcheria in quel luogo???

    RispondiElimina
  3. tra le tante porcherie che girano per roma, questa non mi sembra che sia niente di che... anzi mi sembra una cosa ben fatta e giusta

    RispondiElimina
  4. giusta per la Renault, sicuramente, un po` meno per il patrimonio culturale di Roma.
    Ma l'Ara Pacis e` un monumento o una concessionaria?
    A quando la presentazione dentro al Pantheon???

    RispondiElimina
  5. Mi ricorda molto la vicenda dei "vasoni" di qualche mese fa.
    All'anonimo delle 14.46 faccio notare che ovviamente ognuno è libero di esprimere il suo pensiero ma di questo passo perchè non presentare il prossimo modello di pullmann turistico, con tanto di musica a palla, al centro di Piazza Navona? (sai che figata!!)
    E' una questione di rispetto per i monumenti..anche se mi rendo conto che per molti si tratta di un concetto obsoleto o sconosciuto nel proprio orizzonte, per cui i monumenti diventano "location" commerciali.
    Basti pensare alla discoteca in piena Villa Borghese o al cinema e alla musica e alle centinaia di bancarelle sotto le finestre degli ricoverati presso l'ospedale Fatebenefratelli all'Isola Tiberina la scorsa estate.
    Il fatto fondamentale è proprio questo: la dissoluzione dell'attenzione e del rispetto per la propria storia e per il proprio simile, anche quello in difficoltà.

    RispondiElimina
  6. Se questa è una cosa "ben fatta e giusta" (una megapubblicità su una struttura provvisoria messa tra due chiese storiche, gli scavi archeologici del mausoleo di Augusto e la teca contenente l'Ara Pacis) allora lo è altrettanto la miriade di impianti che "adornano" tutti gli incroci della periferia.

    Vogliamo capirlo che se non si riesce a garantire il giusto decoro per i luoghi più preziosi della città non ci sarà alcuna speranza che le zone meno centrali (ma non meno importanti) siano adeguatamente rispettate?

    RispondiElimina
  7. GrilloParlante13 ottobre 2011 17:49

    allora, vediamo ... soprintendenza beni culturali ... rione campo marzio ... allora dovrebbe essere l'arch. sabbatelli

    è così? è stato l'arch. sabbatelli a dare via libera a questo capolavoro?

    RispondiElimina
  8. Avete sbagliato tutti: è il nuovo recinto giochi di Bordoni.

    RispondiElimina
  9. i commenti di questo blog....

    RispondiElimina
  10. Ma non bastava l'altra figuraccia con la pubblicità delle macchine all'interno dell'ara pacis..? Non imparano mai?

    RispondiElimina
  11. LA SCREEN CITY ha ripiantato un cartellone sulla Pineta Sacchetti su un marciapiede dove c'è la stazione di carburante...vi prego di intervenire visto che anche su via Trionfale altezza rist Gabriele ne è stato piantato un'altro SCREEN e tram l'elenco delle ditte ho notato che il cartellone accanto noleggiato da una gioielleria è abusivo perchè la ditta è stata cancellata a Luglio ma il cartello sta ancora li....

    RispondiElimina