venerdì 28 ottobre 2011

Avvisiamo le ditte pubblicitarie, che a viale Buozzi c'è ancora un piccolo spazio! Accorrete!

Cominciamo dal bellissimo Ninfeo di Valle Giulia perchè tra poco, da viale Buozzi, non si vedrà più! Due nuovi, enormi buchi stanno per ospitare l'ennesimo mega-cartellone di questa martoriata strada. E lo spettacolo di questa foto cambierà per sempre (speriamo di no!).


L'attenzione sul tratto di viale Buozzi compreso tra le Belle Arti e piazza Don Minzoni, fu sollevata il 4 ottobre da una lettrice del Corriere della Sera che chiese aiuto al quotidiano  per arrestare l'invasione degli impianti, arrivati oramai a saturare l'intero viale. La signora segnalò che un nuovo mostro era in allestimento verso la fine della strada. Ma la risposta pubblicata sul Corriere - che interpellò il 2° Municipio - fu disarmante: "Non risultano nuovi impianti e quelli che ci sono, sono regolari". Eppure non ci voleva molto a verificare, come abbiamo fatto noi, che il cartellone stava per comparire. Ecco la foto che scattammo il 5 ottobre



Naturalmente questo cartellone è stato completato pochi giorni dopo. Così la signora torna a scivere al Corriere. In questo caso è l'Assessorato che risponde spiegando che l'impianto serve ad "adeguare le tipologie in tutta la città". Ma quale adeguamento, se prima lì non c'era niente?? Si adegua qualcosa che esiste, non un cartello che non è mai stato piantato!
Il risultato di questa commedia degli equivoci, di questo rimpallo di responsabilità, di questa totale mancanza di controllo del territorio è la nuova, ennesima, installazione di un 3x2 che apparirà nei prossimi giorni. Coprirà la vista di una delle più belle ville rinascimentali di Roma. Sfregerà ulteriormente una strada che in 900 metri, ospita il numero di cartelloni che Parigi accoglie in un intero arrondissement!





7 commenti:

  1. Sabbia, ghiaia, cemento a presa rapida.
    Mescolare con acqua fino ad ottenere una pasta liquida e densa.
    Versare nei buchi.
    Così si risolve il problema.

    RispondiElimina
  2. GRAZIE BORDONI...Ti ricorderemo sempre!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. "tutto va ben, Madama la Marchesa!".
    All'assessorato alle attività produttive hanno il viso come le parti meno nobili.
    Tacessero almeno, che ci fanno più bella figura.

    RispondiElimina
  4. Ma vi rendete conto che l'Assessorato è stato capace di dire al Corriere che tutti i cartelli di questa strada sono regolari! E che l'ennesimo impianto era 'un adeguamento alle nuove tipologie'? Ma questi pensano che siamo tutti scemi e con l'anello al naso?
    Girando il mondo ho visto pochissimi luoghi ridotti così dai cartelloni, forse nessuno. E proprio su viale Buozzi è franato un pezzo di collina e nessuno interviene. Ma c'è ancora un'amministrazione in questa città?
    Filippo

    RispondiElimina
  5. Appunto per aver ridotto così Roma BORDONI RESTERA' NELLA STORIA DEL DEGRADO.

    RispondiElimina
  6. Aspirante Holebuster30 ottobre 2011 00:29

    @Holebusters - missione compiuta; speriamo bene.

    RispondiElimina
  7. ma benissimo...complimenti!
    D'altronde se vedo un buco per terra e lo attappo proteggo i cittadini da pericolose cadute...;-))

    RispondiElimina