giovedì 5 settembre 2013

Ponte di Nona si mobilita contro degrado e occupazioni abusive. Domenica 29 manifestazione in piazza

Dall'AVS, Associazione Volontari Sicurezza riceviamo e pubblichiamo

Il 29 Settembre prossimo, alle ore 10,00, con ritrovo nella Piazza Muggia a Roma, Nuova Ponte Di Nona si appresta a vivere una grande Manifestazione.

Una Manifestazione pacifica ma eclatante che da tutti i residenti era sentita e attesa che ci fosse da tempo, ora più che mai attesa per l'aggravarsi sul Territorio di situazioni illegali collegate, vuoi per continuo degrado in ordine pubblico e di sicurezza che la presenza del Campo Nomadi di Via di Salone provoca e produce nel Quartiere, vuoi per quanto sta accadendo in merito alle occupazioni abusive ed illegali in atto sul Territorio.

Il problema del Campo Nomadi è ormai anche dichiarato dalle Forze dell'Ordine un problema che non è più gestibile, i fumi neri e acri dei falò accesi all'interno del Campo si sono moltiplicati negli ultimi mesi con una media di quasi uno ogni tre giorni, provocando un notevole inquinamento ambientale oltre a quello a danno della salute dei residenti.



                                             incendi nel campo nomadi in via di salone, Roma



Il degrado nelle Strade del Territorio provocato dagli zingari durante la ricerca di materiali nei cassonetti dei rifiuti ha raggiunto ormai livelli insopportabili anche dal punto di vista igienico, non serve a nulla da parte dei residenti fare una raccolta differenziata, quando poi ai bordi dei cassonetti stessi trovano i loro sacchetti aperti e sparpagliati dopo il passaggio degli zingari. Oltre a dare un'immagine desolante nelle Strade che non lo meritano è sicuramente la spavalderia illegale nello sporcare che spaventa i residenti, in balia di gente che nessuno controlla nelle loro illegalità continue comportamentali. 




                                        degrado e sporcizia nel quartiere, Roma
 
E' gente con le sue leggi, che ruba dove ha l'occasione di rubare, che addestra i bambini a farlo già da quando sono piccoli, che circola con autoveicoli spesso senza assicurazione e in condizioni meccaniche da creare pericolo, che orina e altro per Strada dove gli capita, che sfrutta i minori nelle loro illegalità, poche di tante altre situazioni che certamente portano ad un limite di sopportazione, specie poi quando si è anche abbandonati dalle Istituzioni che dovrebbero impedire un degrado del genere.Nuova Ponte di Nona poi sta vivendo anche il problema delle occupazioni abusive, situazioni che portano problemi ulteriori di ordine pubblico oltre a quello di un deprezzamento dell'immagine del Quartiere nato per essere un Territorio residenziale.
 
 

                                           palazzo occupato abusivamente in via Cerruti , Roma
 
La convivenza con i residenti illegali è esplosiva, i residenti legali dei Condomini limitrofi a quelli occupati sono spesso fatti oggetto di minacce e provocazioni da parte degli occupanti illegali e per lo più devono assistere alla continua loro spavalderia di non pagare luce, acqua e gas per via di allacciamenti abusivi e per lo più pericolosi.Anche in queste situazioni c'è silenzio assoluto da parte delle Istituzioni, normale poi che alla gente non gli rimane che scendere in Piazza per fare valere i propri diritti.
Quindi il 29 Settembre 2013 si vuole lanciare un forte segnale a quelle Istituzioni che hanno il dovere di intervenire prima che le situazioni possano degenerare in ordine pubblico.

7 commenti:

  1. Solidarietà a chi combatte contro le prepotenze, sia che esse siano opera di zingari che di occupanti politicizzati (che poi alla fine si comportano molto similmente).

    RispondiElimina
  2. ma perchè degli onesti cittadini che già sopportano la mannaia di mutui ai limiti dell'usura, che devono compiere vere e proprie transumanze per raggiungere la città ogni giorno e che pagano fior di tasse su quegli immobili devono subire anche le torture di queste bande di criminali? piena solidarietà

    RispondiElimina
  3. Vedrete che il coro dei "politicamente corretti" comincerà a breve a salmodiare l'odiosa litania dall'alto dei terrazzi delle casette di vacanza di Capalbio e Ansedonia..."razzisti, sceriffi fascisti, anche noi emigravamo, i Rom vanno integrati, i probblemi sò artrii, a casa è un dirittooo (basta che paghino gli altri)...
    Piena solidarietà alle vittime dei BANDITI e VERGOGNA per chi ancora, accecato da folle ideologia continua a negare l'evidenza: LA MAGGIORPARTE DEI ROM NON VUOLE INTEGRARSI MA CONTINUARE A VIVERE COME PARASSITI con la complicità delle "onlus caritatevoli".
    Se accendessero qualche rogo sotto la collina di Capalbio forse qualcuno si sveglierebbe..

    RispondiElimina
  4. Soprattutto in alcuni quartieri, ma in fin dei conti per chiunque vive in questa città, pagare le tasse per l'ordine pubblico è assolutamente ridicolo. Per come si sono messe le cose oggi era quasi meglio ai tempi del far west, almeno allora c'era la possibilità di difendersi dalle ingiustizie. Non mollate

    RispondiElimina
  5. ma perchè i comitati di zona non ingolfano la questura e i tribunali di denunce penali?

    RispondiElimina
  6. Io abito nella suddetta zona (pagando l'affitto) eppure i vostri commenti fanno schifo e non valete neanche la metà di un'unghia degli occupanti..è un dolore vedere questa guerra tra poveri! leoni da tastiera che non siete altro, rivolgete tutta la vostra intolleranza e tutta la vostra rabbia verso i soggetti giusti: POLITICI, GOVERNANTI E INDIFFERENTI perchè sono loro la concausa dello schifo in cui viviamo e non zingari o occupanti di palazzine sfitte. Maturate un pò di frattellanza con i vostri pari invece che con gli schifosi potenti che hanno distrutto l'Italia e il nostro bel Pianeta. Le manifestazioni facciamole a Montecitorio, quello sì che ha senso! E state pur certi che quando arriverà il momento di fare della giusta violenza, lo zingaro che tanto disprezzate combatterà al vostro fianco.

    RispondiElimina
  7. Serena, apri gli occhietti29 settembre 2013 16:42

    Ma che razzisti schifosi coloro che non vogliono capire che respirare i fumi tossici e subire furti nelle case e sulla metro li farà crescere culturalmente.
    Che razza di gentaglia che non vuole capire che i milioni di euro buttati per la finta integrazione che ingrassa capi rom e "volontari" dell'emergenza infinita faranno crescere il PIl e diminuire le tasse!

    RispondiElimina