lunedì 15 luglio 2013

Palestra d'ardimento in Viale delle Medaglie d'Oro


L'ex Casa di Cura San Giorgio

 
Te la trovi di fronte all'improvviso percorrendo Viale delle Medaglie d'Oro. Un'immagine spettrale, un piccolo Overlook hotel nel cuore di un quartiere una volta elegante. Dentro a quell'edificio, pochi anni fa, c'era una casa di cura. Poi la struttura è stata chiusa e l'edificio abbandonato.


Ma ecco che a dare nuovo lustro alla palazzina ARRIVANO I NOSTRI (aoh..ho scritto nostri e non mostri!). Un manipolo di artisti d'avanguardia purtroppo ancora osteggiati da qualche tristo borghesuccio che si ostina a chiamarli VANDALI


Boom! Boom!! Boom!!! UN'ESPLOSIONE di fantasia e creatività


No..dico, ma avete notato quali rischi hanno corso questi novelli Bansky..questi inarrivabili Keith Haring de noantri per donarci generosamente il frutto della loro arte?

Sono saliti sul terrazzo, si sono sporti nel vuoto e chissà come e con quali "attrezzi del mestiere" hanno miracolosamente operato.

D'altronde tutto il Viale è coperto da una miriade di firme di questo "boom"...sembra di vedere quella scena famosa di Shining "il mattino ha l'oro in bocca...il mattino ha l'oro in bocca..il mattino ha l'oro in bocca"



Degrado chiama degrado? Ma no, dai..non fate gli isterici!


Chissà quanto sarà aumentato il valore dello splendido villino anni 30


La nostra è una città ricca di tesori artistici da valorizzare. Purtroppo con l'arrivo della crisi saranno sempre più numerosi gli edifici abbandonati. Non lasciamo che vengano tutti ridotti così.

5 commenti:

  1. Roma strasborda di esimi artisti creativi autoreferenziantisi e non si trova piu' un borghesuccio senza manie di priapismo che riconosca la bellezza e la convenienza per tutti del rispetto e dell'ordine. Ecco perche' la Citta' e' ridotta cosi'..!!

    RispondiElimina
  2. tags = schizzi de piscio15 luglio 2013 21:03

    BUKER..de culo

    BOOM come er cervello scoppiato che c'hai

    NODS...che te strigne er collo

    NELLO..te potevi sporge un pò de più

    RispondiElimina
  3. Boom...vieni a giocare con noi, per sempre

    RispondiElimina
  4. Che dementi. Cosa pensano di esprimere? Chissà perché questi spettacoli sono confinati soprattutto a Roma. Se uno di loro fosse caduto mentre si sporgeva per fare quelle scritte, credo che l'umanità non avrebbe perso molto.

    RispondiElimina
  5. Un vuoto cosmico17 luglio 2013 09:26

    Quanto volete scommettere che i quattro dementi che hanno dato fuoco al Liceo Socrate se la caveranno con condanne irrisorie e le spese per le riparazioni dei gravissimi danni fatti alla scuola li dovrà pagare il contribuente romano?
    Sono cresciute generazioni di irresponsabili e incapaci di reggere la pur minima frustrazione. Li si giustifica con "la crisi che toglie loro certezze". Infatti negli anni del dopoguerra c'erano molte certezze...Questi personaggi hanno dichiarato guerra alla città che però subisce in silenzio la loro violenza e pur potendoli colpire non lo fa. Perchè? Perchè questa ignavia, questa rassegnazione, questa indifferenza al bene comune anche da parte di chi DOVREBBE applicare la legge?

    RispondiElimina