martedì 6 settembre 2011

Riceviamo e pubblichiamo - Roma come Gomorra?

Verso la fine dello scorso agosto segnalavamo un impianto in Via della Pineta Sacchetti a nostro avviso particolarmente pericoloso.
Oggi riceviamo da anonimo il seguente messaggio:

"Vi comunico che questo impianto è stato sanzionato il 30 Agosto 2011 dai vigili del 19° gruppo.
E' una magra consolazione perchè sappiamo tutti che l'8° dipartimento non muoverà un dito per rimuoverlo, NONOSTANTE LA SUA EVIDENTISSIMA PERICOLOSITA' PER LE PERSONE E GLI UTENTI DELLA STRADA.
Roma come Gomorra."

Ci riserviamo di verificare l'informazione e soprattutto di acquisire i dettagli dell'eventuale verbale trasmesso all'VIII Dipartimento. Come abbiamo già detto in relazione ad altro impianto sanzionato, vediamo quanto ci vorrà perché l'impianto sia rimosso.

Il paragone con le vicende raccontate da Saviano non appare certo esagerato e la domanda che sempre più cittadini si fanno è come sia possibile che la magistratura non abbia finora ritenuto opportuno indagare sull'impiantistica pubblicitaria a Roma. Eppure di notitiae criminis è piena la blogsfera oltre che le strade e piazze della città.

8 commenti:

  1. roma peggio di Gomorra.

    RispondiElimina
  2. Gomorra avveniva (avviene?) alla periferia dell'impero, in una zona seminascosta.

    La mafia cartellonara romana, con i suoi sodali in Comune, è squadernata davanti alle massime istituzioni dello Stato Italiano.
    Tutti lobotomizzati o collusi?

    RispondiElimina
  3. La mafia ha nomi e cognomi, e questi bravi signori devono essere sollevati dai loro incarichi pubblici: Bordoni e Paciello. E messi in galera con tutti gli altri della cricca che hanno creato questo casino. Che la società civile inizi a far funzionare i propri anticorpi !

    MAFIE E CORRUZIONI DIETRO I CARTELLONI

    RispondiElimina
  4. Qualche giorno fa l'ineffabile Alemanno ha dichiarato a proposito dei tanti cantieri con i lavori in corso: "...ogni cantiere "avrà un contatempo che indicherà con chiarezza i tempi di durata dei lavori".

    Ecco, ci vorrebbe un bel contatempo per indicare con chiarezza l'inaccettabile lentezza con cui il dipartimento VIII procede ad oscuramenti e rimozioni.

    RispondiElimina
  5. IO ho denunciato telefonicamente hai vigili del 19° il caretellone messo sotto casa mia sempre della sreen city e ne ho segnalati altri 10 sulla trionfale e pineta sachetti mi hanno chiesto il nominativo e il num di tel e passati 10 gg ancora niente dovrò aspettarmi qualche brutta sorpresa...!

    RispondiElimina
  6. Anonimo cosa vuoi aspettarti?
    Dobbiamo sempre ripeterci..che noia.
    I vigili possono elevare i VAV e nel mese di agosto SO CON CERTEZZA che hanno lavorato molto in 19°, PROPRIO NELLE VIE DA TE INDICATE.
    Le rimozioni NON POSSONO FARLE I VIGILI LO VOLETE CAPIRE.
    Le denunce telefoniche non servono a nulla, se vuoi un riscontro devi farle per e-mail o scritte. Le brutte sorprese te le fanno i banditi cartellonari come il meraviglioso cartellone della Screencity adv. che invade la carreggiata in Via della Pineta sacchetti di fronte al civico 145 che puoi vedere nella foto collegata al post linkato.
    Saluti

    RispondiElimina
  7. questa del contatempo rimozioni e` una bella idea, molto efficace come immagine. E` da provare a farlo.
    Lorenzo

    RispondiElimina
  8. IL cartello 1 x 1 della SCREEN CITY posto davanti al San Gallicano a Trastevere sta tuttora in piedi ad offendere quel bellissimo angolo di Trastevere.

    E' GRAVISSIMO ANCORA UNA VOLTA!

    Mc Daemon

    RispondiElimina