lunedì 26 settembre 2011

Attenzione: pericolo RADIAZIONI


Forse era  questo il  tipo di radiazioni di cui  parlava la Deliberazione Dirigenziale n° 2000 del 12/7/2011, quando veniva dichiarata decaduta (praticamente radiata), la società G.I.P. srl, censita nella NBD con il n°0107.
A oltre 60 giorni da quella Deliberazione la suddetta ditta continua ad installare cartelloni sul suolo comunale, anche in contrasto ai regolamenti vigenti.
Sono di pochi giorni fa le installazioni degli impianti delle foto che seguono, in zona Balduina.
Sappiamo bene che il provvedimento amministrativo può essere impugnato, ma sappiamo bene anche che finchè tale provvedimento non viene dichiarato nullo è a tutti gli effetti valido e deve essere rispettato.
La domanda allora sorge spontanea e la rivolgiamo alle autorità competenti:
perchè questa ditta continua ad installare impianti?



Piazza madonna del Cenacolo (pali sulla sede stradale)


Via Ugo de Carolis

13 commenti:

  1. Sono proprio curioso di sapere cosa si inventeranno all'8° dipartimento dell'assessore Bordoni per giustificare questa situazione di illegalità solare.

    RispondiElimina
  2. Tranquillo Fitcarraldo, non perderanno neanche tempo a giustificarsi

    RispondiElimina
  3. Pali sulla sede stradale?!?!?!?!
    Ma qui urge l'intervento della Polizia Municipale a transennare l'area!

    Davvero bello l'arzigogolo della radiazione della ditta lasciandole però installare nuovi impianti (o ricollocarne di vecchi, che in questo caso è la stessa cosa).
    All'VIII Dipartimento ne sanno una più del diavolo.

    RispondiElimina
  4. Questa dei pali sulla sede stradale sta diventando una nuova moda:

    http://www.cartellopoli.net/2011/09/incredibile-imponderabile.html

    Tanto per ricordarci che al peggio non c'è mai fine...

    RispondiElimina
  5. MA ORGANIZZARE UNA BELLA E NUTRITA MANIFESTAZIONE (con auspicabile eco mediatico) SOTTO GLI UFFICI DELL'VIII DIPARTIMENTO ??!

    Continueranno a fingere di ignorare il caos, l'illiceità ed il danno irrecuperabile per Roma che hanno dolosamente prodotto ??

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  6. SAI CHE CAZZO JE FREGA DE GIUSTIFICASSE

    RispondiElimina
  7. Resistenza Attiva26 settembre 2011 17:16

    Caro Mc Daemon
    Pur di incontrarti io ne organizzerei 10 di manifestazioni.

    RispondiElimina
  8. Libertà è partecipazione26 settembre 2011 17:23

    Abbiamo già organizzato manifestazioni ed iniziative pubbliche cercando in tutti i modi di avvisare gli eventuali interessati per tempo, su tutti i blog antidegrado e con il passaparola.
    La partecipazione è stata sempre numericamente insoddisfacente. Diciamo così.

    RispondiElimina
  9. Nuovo incidente contro cartelloni:

    http://www.cartellopoli.net/2011/09/mamma-mia-che-botta.html

    RispondiElimina
  10. E la Gip non è l'unica società sottoposta a radiazione che continua impunemente ad operare. C'è anche la Studio Zeta. Non sarebbe il caso che l'Ufficio Affissioni richiedesse una nuova normativa, più stringente e soprattutto più seria per evitare che cittadini e Comune siano presi per il c......?
    Filippo

    RispondiElimina
  11. E già, prendendo spunto da Filippo..vi siete mai chiesti come mai il numero di telefono delle due società radiate è lo stesso? 06/91251342 che continua ad apparire su centinaia di impianti reclamizzati come "spazio disponibile".
    Volete scommettere che i soci sono gli stessi?
    E che senso ha RADIARE una società se poi le si consente di piantare cartelloni e/o di continuare a raccogliere pubblicità?
    La farsa tragica della trasformazione di Roma in un tragico tappeto di pali,cartelloni osceni e di una bruttezza colossale, bancarelle e lavagna su cui attaccare milioni di adesivi "traslochi e sgombri (sic!!).
    Mi raccomando: ATTENTI ALLE RADIAZIONI!
    Via la destra degli affaristi corrotti!

    RispondiElimina
  12. Via la destra (questa destra indegna) dal Campidoglio!

    RispondiElimina
  13. Se chiamate il numero di telefono 0691251342 vi rispondono affrendovi spazi pubblicitari.
    Sorge spontanea la domanda: a che serve la lista delle ditte pubblicitarie autorizzate? E perché tenerla aggiornata sul sito web dell'ufficio affissioni e pubblicità se poi le ditte fanno come gli pare?

    RispondiElimina