lunedì 20 febbraio 2012

Villa Pamphili: lo spartitraffico è stato liberato! Rimossi decine di cartelloni dopo le nostre denunce

Per la nostra Associazione è uno dei luoghi simbolo della battaglia anticartelloni. Lo spartitraffico di via Leone XIII°, nel cuore di Villa Pamphili, è stato ripulito dagli impianti che lo infestavano e rendevano ancora più pericolosa la circolazione su quel tratto di strada.

Lo spartitraffico oggi: solo alberi


Il primo tratto, provenendo da piazza del Bel Respiro

I cartelloni sono stati rimossi dal vicecomandante della Polizia di Roma Capitale, Di Maggio, dopo aver ricevuto il nostro corposo dossier sulla zona che avevamo pubblicato in diverse puntate anche sul questo blog.

Qui e qui la fotografia impietosa scattata da Basta Cartelloni nei mesi scorsi.

Il confronto tra lo spartitraffico come si presenta oggi e come era fino ad alcuni giorni fa non ha bisogno di ulteriori commenti.


Ecco la situazione fino a pochi giorni fa


Alcuni impianti erano perfino abbandonati


Pali pronti ad ospitare cartelloni e sullo sfondo impianti ora rimossi


Senza cartelloni si respira un'aria diversa

Scene da una città normale

Questo intervento che definiamo 'storico' (se ci passate l'aggettivo), è un'altra piccola vittoria dei cittadini di buona volontà che dedicano tutto il loro tempo libero alla lotta contro l'illegalità e la sopraffazione. Anche in questo caso, ribadiamo il nostro auspicio che le spese delle rimozioni siano caricate alle ditte responsabili dello scempio. E dal punto di vista politico, chi ha permesso la deregulation del settore (assessore Bordoni in primis) non potrà cavarsela ripulendo alcune strade di Roma.

Ma intanto festeggiamo una strada verde, al centro di un parco, che ha riacquistato un minimo di dignità.

Adesso scatti la vigilanza da parte di tutti per evitare facili ricollocazioni o - peggio ancora - per sventare nuove installazioni notturne.

8 commenti:

  1. BELLA VITTORIA!

    LA LOTTA CONTINUA...

    RispondiElimina
  2. Legio Aurelia Invicta20 febbraio 2012 18:36

    Le sentinelle della Legione sono sempre sveglie.
    Cartellonari ve lo ricordiamo: ALEA IACTA EST!

    Avete scritto bene : scene di una città normale, che comincia lentissimamente a riprendersi dallo tsunami criminale che l'ha travolta negli ultimi 3 anni. Ma la strada è lunghissima e difficile. Rinnoviamo l'appello a tutti i Romani ad unirsi a questa "guerra per la bellezza".

    RispondiElimina
  3. Una piccola correzione: la seconda foto mostra l'inizio dello spartitraffico PROVENENDO da Piazzetta del Bel Respiro.
    Adesso vanno ripuliti gli altri due tratti (Via Gasparri e il tratto che scende verso Piazza Pio XI° dopo il ponte sull'Aurelia Antica) dove giganteggiano pericolosissimi 4x3.
    E' bene ricordare infatti gli incidenti accaduti nei mesi passati che solo per miracolo non hanno provocato vittime.

    RispondiElimina
  4. ci vorrebbero le ronde notturne per controllarli sti maledetti

    RispondiElimina
  5. Ottimo! Speriamo non siano solo rimozioni di facciata e che non li rimettano! E ha ragione, ci sono i due rimanenti tratti che sono MASSACRATI da cartellonari senza scrupoli. C'è addirittura un cartello MC Donald verso piazza Pio XI pericolosissimo!

    RispondiElimina
  6. Anonimo
    hai ragione sulle ronde notturne. Sono due anni che le facciamo. Ci dai una mano?
    Contattaci e ti diremo cosa fare.

    RispondiElimina
  7. Ho in preparazione una serie di segnalazioni su cartelloni nella mia zona. A breve ne avrete notizia....
    Lob

    RispondiElimina
  8. Fra gli impianti rimossi ve ne era uno, che violava il CDS sia per la presenza su uno spartitraffico di larghezza ridotta che per il fatto di essere collocato a breve distanza da incrocio, semaforo e strisce pedonali..... il proprietario di detto impianto era IL COMUNE DI ROMA (SPQR l'unica cimasa)....se anche si faranno pagare alle ditte concessionarie le spese di rimozione, quelle di detto impianto sempre sulla collettività saranno imputate essendo il comune di Roma la collettività......e se si chiedessero le spese al Sindaco Alemanno e all'assessore Bordoni?
    Inoltre certamente sono da rimuovere gli impianti in piazzetta del Bel Respiro, in via Gasparri e nel tratto finale di via Leone XIII, in quest'ultimo posto anche dai marciapiedi in quanto di larghezza inferiore ai 3 metri, gli impianti sono posti sul "pizzo" del marciapiede stesso, spesso in curva e senza rispettare le distanze tra un impianto e l'altro......forza Di Maggio, che sarai ricordato come colui che dai tempi del cartellonaro Rutelli ha fatto qualcosa di serio per questa città!!!! manusardi

    RispondiElimina