venerdì 8 marzo 2013

Meno scritte, affissioni, immondizia, cartelloni. Ecco il Decoro Day di sabato scorso a Casalotti

Quando vi dicono che è una mattinata inutile, che tanto dopo tutto torna come prima, che ci sono ben altri problemi, mandategli il link a questo post. Le foto parlano meglio di mille parole.

La ripulitura di un muro della vergogna
Via i manifesti abusivi
Un avviso sul Decoro Day è stato messo nei condomìni e poi staccato
Cartellini vendesi e affittasi nel cestino
Il buon esempio
Un "atleta" del decoro per staccare in alto
Un nuovo albero nei giardini di piazza Ormea
Ancora muri ripuliti

La giornata si è conclusa con la rimozione di tre cartelloni. Ve ne avevamo già parlato e oggi vi mostriamo altre due immagini dell'ottimo lavoro.




Ancora grazie al presidente del 18° Municipio Giannini per il grande impegno, agli uomini dell'Ama e soprattutto ai volontari. Ce ne fossero di CITTADINI così, Roma sarebbe molto diversa.

6 commenti:

  1. oramai sembra che solo i grillini si possano definire cittadini. A me sembra che questi siano molto più cittadini di tanti altri. E lo fanno in silenzio, senza la grancassa della stampa

    RispondiElimina
  2. Vorrei sapere "l'atleta" che lavoro fa. Così, per confrontarlo con lo svuotacantine di cui ha tolto il cartello...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scrotino è vivo e lotta insieme a noi

      Elimina
  3. Sul Messaggero di oggi un altro cittadino si lamenta di adesivi dei traslocatori onnipresenti e cartelli affittasi che, secondo lui, contribuiscono a peggiorare l'immagine della città:

    http://www.rassegnastampa.comune.roma.it/PDF/2013/2013-03-08/2013030824101638.pdf

    Come vedete, siamo sempre di più a pensarla così.

    RispondiElimina
  4. Fitzcarraldo8 marzo 2013 20:22

    il pensiero si...,ma anche l'azione!!!!!!
    decoro-day spontanei in tutta Roma.

    BASTA DEGRADO
    BASTA BRUTTEZZA
    BASTA ABBANDONO

    RispondiElimina
  5. Sempre grandiii ! È una speranza contro il degrado civico e morale che dilaga

    RispondiElimina