venerdì 14 dicembre 2012

Le associazioni cittadine impugnano al Tar la delibera che ha soppresso il Dipartimento Affissioni

E' stato annunciato questa mattina durante la conferenza stampa organizzata da Athos De Luca, alla quale hanno partecipato Basta Cartelloni e Vas.

Cittadinanzattiva, Fondazione Guccione Onlus, Iica, Ass. Disabili Visivi e Basta Cartelloni hanno impugnato al Tar la delibera di Giunta che ha smontato il Dipartimento Affissioni e Pubblicità, dopo soli 8 mesi. Un atto che non aiuta certo la riforma del settore cartelloni a Roma (ne avevamo dato notizia in anteprima con questo articolo a settembre scorso).

Inoltre, durante la conferenza stampa, abbiamo spiegato che vogliamo un Piano Regolatore (Prip) molto diverso da quello adottato dalla Giunta. O vengono accettati gli emendamenti delle associazioni cittadine o meglio non approvarlo. E poichè i tempi per una discussione approfondita del Prip in consiglio comunale non ci sono più (l'assemblea dovrebbe essere sciolta a metà gennaio per permettere l'election day a fine febbraio), abbiamo detto un NO deciso ad un blitz che approvi il piano in mezz'ora, senza dibattito e senza modifiche.

Nelle prossime ore i dettagli della conferenza stampa di oggi con la versione integrale degli interventi ripresi da Bastacartelloni tv.

Intanto qui potete trovare il comunicato stampa che abbiamo diffuso oggi ai giornalisti.

7 commenti:

  1. Ho visto il servizio sul TG3 regionale, finalmente si ricomincia a parlare del tema sulla televisione pubblica di Stato, che da qualche tempo si era dimenticata di questo incredibile scandalo dei cartelloni, unico nel suo genere in Europa e nel mondo.

    RispondiElimina
  2. roberto, cittadinanzattiva14 dicembre 2012 21:28

    sono particolarmente orgoglioso di questo ricorso presentato al TAR. E' la dimostrazione che non molliamo mai, che Paciello, Bordoni, Cassone ed Alemanno devono dormire preoccupati, e questo è solo un secondo passo. Il prossimo sarà la denuncia alla Corte dei Conti. Sono morti due ragazzi lo scorso anno e altre persone sono rimaste ferite. Questo non lo dimentichiamo e facciamo di tutto perchè questi delinquenti paghino il prezzo di quello che hanno fatto alle persone e alla città. La loro coscienza deve farli sentire male e noi dobbiamo continuamente ricordare loro le responsabilità che hanno.
    Sosteneteci
    Roberto Crea

    RispondiElimina
  3. Bellissimo il servizio sul Tg3 Lazio. Ho visto già alcuni articoli on line sulla vostra conferenza stampa. Molto bene, lottiamo tutti assieme.
    Dario

    RispondiElimina
  4. Ottimo e abbondante. E speriamo che TAR e Corre dei Conti facciano per bene il loro lavoro (che sono sempre magistrati, categoria che su questa storia ha già deluso più volte).
    Sono tutt'altro che un giustizialista ma vedere qualcuno (o tutti) dei nomi citati nel commento precedente nelle parrie galere mi darebbe un grosso senso di giustizia.
    Complimenti a voi tutti e ad Athos De luca, che en passant sarebbe un buon sindaco per Roma.

    RispondiElimina
  5. Visto solo ora il servizio sul TG3 (qui http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-0c7788cd-f79c-40c7-b56d-5f77271509b5-tgr.html#p=0. al minuto 7.22).

    Beh ... Filippo: un vero gigante che surclassa anche l'ottimo Athos.
    Siete fenomenali!

    RispondiElimina
  6. E' incredibile come la devastazione assoluta della Capitale di un Paese ad opera di bande criminali con appoggi nelle istituzioni locali sia un argomento che la TV di Stato praticamente reputi non degno di interesse.
    Ma ormai purtroppo qui siamo abituati al peggio...

    Complimenti a Voi, siete un barlume di speranza!

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  7. Ottimo servizio, complimenti! ogni tanto la tv di stato fa il suo lavoro, sempre troppo poco!!

    RispondiElimina