sabato 13 novembre 2010

Non solo cartelloni ...

L'immagine che segue mostra uno delle decine, se non centinaia, di "cartellini" in plastica di cui è stato disseminato oggi il centro storico:


Avvertiti di primo mattino i vigili urbani, intorno alle 13.00 gli stessi vigili ci hanno comunicato che i "mandanti" erano stati sanzionati (multa di 540 euro, un'inezia) e che l'ufficio decoro del Comune avrebbe provveduto a rimuovere i cartelli.

Viene da chiedersi quanto in basso debba essere arrivata questa nostra città perché un'idea così balorda possa essere realizzata con la speranza di passarla liscia oppure rischiando una misera multa da 540 euro, che è praticamente la stessa cosa.

11 commenti:

  1. Questo post centra pienamente un grande problema di decoro urbano..i cartellini autogestiti che devastano pali, semafori, angoli di città.... STACCHIAMOLI TUTTI!

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  2. Bravi, sicuramente l'avrete notato, ma i cartellini riportano scritto in piccolo in calce - a mo' di contratto truffa - la dicitura: "Il seguente cartello verrà rimosso il ....". Come se questo fosse garanzia di non so quale rispetto del decoro e del vivere civile.
    La mia paura è che questo sia l'inizio di un nuovo devastante trend: il cartellino con scadenza auto-certificata.

    RispondiElimina
  3. Intanto su www.abitarearoma.net Catarci furibondo per nuova istalllazione di cartellone (in plastica!!!!) sul nuovo spartitraffico di v.le Giustiniano Imperatore appena riqualificato. Proprio pochi giorni fa lo stesso Catarci aveva rivolto un appello a Bordoni affinchè il nuovo V.le Giustiniano Imperatore fosse risparmiato... NO COMMENT.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  4. La stessa mostra ha disseminato anche Parma di quei cartelli e dopo mesi sono ancora là!!

    RispondiElimina
  5. Personalmente avevo un impegno per il fine settimana, altrimenti ne avrei rimossi quanti più possibile provvedendo a consegnarli direttamente presso l'esposizione all'Hotel Baglioni; anche perché così ci pensavano loro a buttarli, plasticaccia dannata da consegnare alle postazioni mobili dell'AMA non prima di martedì (in centro c'è la raccolta porta a porta).

    RispondiElimina
  6. Anche oggi mi sono fatto il mio giro in zona rimuovendone molti: badate, è l'unico modo per far finire questa storia. Non servono le sanzioni, non servono le multe (l'importo è ridicolo e poi, secondo voi, non troveranno come tutti la scappatoia per non pagare?), serve solo la reazione civica. Deve diventare antieconomico per loro affiggere abusivamente. Con una multa da 540 euro antieconomico non è, poiché comperare pubblicità regolare sui giornali costa di più, dunque deve diventarlo in funzioen del fatto che i cittadini reagiscono e rendono inutile l'investimento per stampa, plastificazione, affissione...

    Ho notato che se si insiste, la smettono. Nella mia zona -Esquilino- le agenzie immobiliari hanno praticamente tutte smesso, tanto i cartelli duravano talmente poco che per loro era diventata una spesa inutile.

    RispondiElimina
  7. Ne ho rimossi tre stasera e me li stavo portando via. Un Vigile mi ha fermato: "Ma che fa?"; "li tolgo visto che non sono in regola"; "Non lo può fare!!"; "La prego, mi faccia la multa!!!"
    Mica me l'ha fatta......
    Peccato.....
    Lorenzo

    RispondiElimina
  8. ...che scena pietosa quella del vigile...rasenta l'incredibile: solo qui...!!

    Bravo Lorenzo!!

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  9. E' incredibile come i vigili romani abbiano sempre lo stesso riflesso immediato: schierarsi da parte di chi viola la legge.
    Ma glielo insegneranno ai corsi? Glielo imporranno forse i loro dirigenti?
    I nostri cari, si fa per dire, "pizzardoni" hanno una parte senz'altro consistente nello sfascio generale della città di Roma. E indubbiamente le maggiori responsabilità non possono che risiedere nei vertici.
    A quando un bel cambio di guardia generale?

    RispondiElimina
  10. Sono pienamente d'accordo con Tonelli
    il problema verrà risolto dalla reazione civica.
    Con questa gente non si discute..si agisce.
    Pensate che nel mio quartiere c'è un'agenzia immobiliare che addirittura attacca i cartelli di cartoncino con la sparapunti sugli alberi!
    Ho fatto un esposto ai Vigili del XVIII municipio e mi hanno assicurato che li hanno sanzionati.
    Ma vista l'entità delle sanzioni capisco perchè Roma è invasa da queste odiose locandine e da milioni di stickers (ma secondo voi c'è qualcuno che per dipingere casa si servirà di uno di questi maniaci dello sticker?)
    E' fondamentale che la Delibera contro cartellone selvaggio venga approvata ma il post di Roberto CONFERMA quello che penso da sempre..che oltre alla battaglia legale ci deve essere una rivolta popolare civile contro il "Sacco di Roma"..che si esprima con boicottaggi e oscuramenti dei cartelloni.
    Qualche gruppo di cittadini si è organizzato da tempo e spero che l'esempio si diffonda a macchia d'olio!

    RispondiElimina
  11. Stacca che te passa!

    RispondiElimina