lunedì 10 febbraio 2014

Degrado all'Aurelio: cartelloni, scritte, bancarelle

Lo scempio cartellonaro dell'Aurelio non ha limiti.

Abbiamo visto quello che hanno fatto le ditte storiche a Circonvallazione Aurelia e Piazza di Villa Carpegna. Oggi vediamo come hanno ridotto i marciapiedi e l'aiuola di Piazza Irnerio.

Attenti a non finire contro i pali...


Incrocio "cartellonaro"



Al posto della staccionata, o degli archetti in ferro battuto, una "striscia" di cartelloni.



I cartelloni non possono stare a meno di 15 metri l'uno dall'altro.

Perciò, li avrebbero dovuti rimuovere, ma invece...sono rimasti anche durante i lavori di pavimentazione del 2012.

Dal momento che sono stati certamente sanzionati - vero, XIII° gruppo di Polizia Locale? - dobbiamo immaginare che ce li abbia voluti lasciare l'Unità Operativa Monitoraggio e Controllo Affissioni.

Che - per "meriti sul campo" - si è vista riconfermare dirigenti e funzionari dalla nuova giunta Marino!

Ma riprendiamo il nostro giro nella zona. Ed eccoci a Circonvallazione Cornelia.




Guardate bene questa foto, c'è tutto lo squallore tipico delle strade romane: cartelloni (senza pubblicità, quindi a che servono?), bancarelle, scritte sui muri.

E' questa la "Grande Bellezza"?











Concludiamo il nostro viaggio all'Aurelio a Piazza dei Giureconsulti






La battaglia per il decoro e la legalità deve ripartire da qui.

Dall'Aurelio ed estendersi al resto della città.

Noi ce la mettiamo tutta per convincere i nostri amministratori.

Proprio dal XIII° municipio arrivano buone notizie, abbiamo incontrato molti bravi consiglieri e assessori.

Ma dai presidenti di municipio e dalla giunta comunale, sembra calato il silenzio su questi temi.

Speriamo che le cose cambino e in fretta!

Nessun commento:

Posta un commento